Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

10La Polizia di Stato ha tratto in arresto Di Cesare Valentino, 27enne e Spinnato Francesco, 26enne, entrambi residenti allo Zen, poiché ritenuti responsabili di una violenta rapina compiuta, il 23 luglio 2014, ad una farmacia di via Gino Zappa.

Dalle indagini condotte dai poliziotti della sezione “Investigativa” del Commissariato di P.S. “S.Lorenzo”,   Di Cesare e Spinnato risulterebbero aver fatto parte del commando di rapinatori che, nel luglio 2014, riuscìrono ad impossessarsi del contenuto della cassa della farmacia, circa 1000,00 euro, dopo un’ irruzione in grande stile ed in pieno giorno.

La rapina, come registrato dalle telecamere di videosorveglianza, si connotò di momenti di alta tensione: pistola in pugno e puntata ad altezza uomo, il rapinatore poi identificato per Di Cesare, si avvicinò alla cassa, facendosi largo tra gli attoniti clienti tra i quali una donna incinta ed una cittadina, letteralmente terrorizzata per l’incolumità dei tre piccoli figli, a loro volta, presenti all’assalto e scoppiati in lacrime dalla paura.

La minacciosa postura del Di Cesare servì a coprire l’azione di un complice ancora non identificato e capace, nel frattempo, di svuotare di 1000,00 euro una cassa della farmacia; ad attendere i due, con funzioni di “palo” all’esterno della farmacia, almeno un altro individuo, appunto Spinnato Francesco.

Alle identificazioni dei due malviventi i poliziotti del Commissariato di P.S. “S.Lorenzo” sono giunti dopo una laboriosa attività d’indagine che ha condotto  ad importati riscontri investigativi, anche grazie all’ausilio di efficaci supporti tecnici.

La stazza, un segno particolare sul braccio destro (un tatuaggio malcelato dalla manica di una felpa) ed un pantalone perfettamente corrispondente a quello indossato in corso di rapina, sono gli elementi che hanno “incastrato”  Di Cesare; attraverso una costante analisi dei luoghi di principale sua frequentazione, si è quindi giunti a Spinnato che risulterebbe aver partecipato alla rapina, restando all’esterno dalla farmacia.
Di Cesare e Spinnato risultano, attualmente, reclusi presso la locale casa circondariale.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here