Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Di questa ricetta, in tutta l’isola ne esistono molte varianti. Nella Sicilia occidentale non si mette l’uvetta, ma il pecorino e l’aglio. Il nome deriva da un uccelletto noto per la sua ghiottoneria: il beccaficu.
Dosi per 6 persone, ma voi fatene in abbondanza, si consumano anche il giorno dopo.
Ingredienti:

24 sarde
4 etti di pangrattato
50 g di uvetta
50 g di pinoli
2 arance
2 limoni
1 uovo
60 g di prezzemolo
olio d’oliva
1 cipolla
sale q.b.

Procedimento
Filettate le sarde facendo attenzione a non separare i due filetti.

In una terrina mettete l’uvetta e i pinoli ammollati, il succo di un’arancia, il succo di un limone, pangrattato tostato precedentemente, un uovo, il prezzemolo, un po’ di olio, la cipolla appassita in padella precedentemente.
Amalgamare bene, con questa condimento riempite le sarde e ricomponetele nella forma come se fossero intere.

In forno per 10 minuti a 180°. Prima di servire bagnare con un’emulsione di olio, arancia e succo di limone. Guarnire il piatto con fettine di arancia e limone.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here