Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

La Polizia di Stato ha tratto in arresto Corrao Alessio, 20enne, con precedenti di polizia del Cep, per furto aggravato in abitazione, in concorso a persona al momento ignota.
Dalle architetture popolari del Cep alla edilizia residenziale della via Sciuti, il passo è stato breve per un giovane malvivente, spintosi, ieri sera, fino al primo piano dell’abitazione di un professionista palermitano, proprio in via Sciuti.
Garantito dalla copertura di un complice, rimasto su strada a far da “palo”, il giovane si è inerpicato sulla struttura portante della tenda di un esercizio sottostante, raggiungendo il primo piano di un edificio, forzando gli infissi e penetrando nell’appartamento.
Tutti gli ambienti sono stati messi a soqquadro ed il danno arrecato in termini di oggetti trafugati sarebbe stato, sicuramente, più ingente se un vicino di casa non avesse notato la “scalata” del giovane malvivente e non avesse contattato il “113”.
Quando le “volanti” dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico sono giunte in via Sciuti, il complice su strada si è allontanato a gambe levate, non prima di aver lanciato l’allarme al complice; Corrao ha abbandonato, in gran fretta, l’appartamento, lasciando incompiuta l’operazione di sottrazione di diversi monili già riposti dentro la federa di un cuscino, poi abbandonato sul pavimento dell’abitazione.
Il ladro acrobata, in gran fretta e con rischiosi equilibrismi, è sceso su strada dal primo piano dello stabile ed ha, però, trovato ad attenderlo il personale di polizia che lo ha bloccato ed ammanettato. Nelle sue tasche sono stati recuperati tre anelli di bigiotteria, debitamente riconsegnati dai poliziotti alla proprietaria dell’appartamento “visitato”, nel frattempo contattata dagli agenti e fatta tornare in via Sciuti.
L’arresto del malvivente è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria.
Indagini sono in corso per risalire al complice del malvivente.


Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

LASCIA UN COMMENTO