Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nella giornata di ieri, la Polizia di Stato, segnatamente personale della Squadra Mobile, diretta dal Dott. Rodolfo RUPERTI, ha proceduto all’arresto, in flagranza di reato, a carico di AMICO Antonino, 61enne pluripregiudicato per reati specifici, residente nel quartiere Corso dei Mille, nello specifico responsabile del delitto di rapina, commessa in pregiudizio di una turista romana che transitava per le vie del centro storico.
Questi i fatti: alle ore 12.45, personale appartenente alla Sezione Investigativa “Contrasto al Crimine Diffuso” – Falchi, percorrendo la Via Maqueda, a bordo di ciclomotore per meglio fronteggiare la microcriminalità anche nelle strette ed anguste vie del centro cittadino, aveva modo di notare la presenza dell’AMICO Antonino, soggetto noto agli archivi di polizia per i suoi precedenti penali legati a reati di natura predatoria quali rapina e furto con strappo.
Con accortezza, i poliziotti ne seguivano gli spostamenti fino a quando il malvivente, con atteggiamento guardingo e chiaramente preparatorio ad una aggressione, attraversava di gran fretta la strada e raggiungeva una donna; la malcapitata veniva colpita con un pugno alla gola e privata di una collana in oro indossata, finchè il malvivente non si allontanava per vicolo Sant’Orsola.
Gli agenti, anche a piedi, inseguivano il rapinatore, comunque mai perso di vista fino a raggiungerlo in vicolo Guascone ove, nonostante il goffo tentativo di nascondersi dietro un’impalcatura in legno, veniva bloccato e tratto in arresto.
Successivamente, il personale di polizia raggiungeva la vittima e, dopo averla tranquillizzata ed averle prestato le cure del caso, la accompagnava presso gli Uffici della Squadra Mobile per le incombenze del caso e per la restituzione della collana, anchìessa recuperata.
L’AMICO nel mese di aprile del 2014 era già stato segnalato alla locale Procura della Repubblica per il medesimo reato commesso ai danni di una turista ingle

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here