Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

La Polizia di Stato ha tratto in arresto L.G. e C.G. 22enni del quartiere ‘Zen’, ritenuti responsabili del reato di tentato furto aggravato in concorso.
Questa notte, intorno alle 01.45, poliziotti appartenenti all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, durante il regolare servizio di controllo del territorio, transitando per via del Granatiere, hanno notato un individuo ‘armeggiare’ su un motociclo Piaggio Liberty, ivi parcheggiato.
Intuite le intenzioni del ragazzo, i poliziotti si sono avvicinati, ma questi, accortosi del loro arrivo, ha gettato per terra un oggetto ed ha raggiunto una autovettura con a bordo un altro individuo, nel tentativo di dileguarsi.
Gli agenti, hanno pertanto fermato ed identificato i due giovani, L.G. e C.G., entrambi di 22 anni, per un controllo più approfondito.
I poliziotti hanno recuperato e posto sotto sequestro l’oggetto, una pinza da elettricista, di cui C.G. si era disfatto. Al contempo hanno constatato la manomissione del cilindretto di accensione del motociclo, all’interno del quale era stata inserita una grossa vite, nonché la forzatura del blocco dello sterzo.
La perquisizione della vettura sulla quale i due giovani si stavano allontanando ha dato esito positivo, infatti sono state rinvenute diverse viti, simili a quella rinvenuta all’interno del cilindretto del motociclo ed alcuni arnesi atti allo scasso, che sono stati sequestrati.
I due giovani, condotti presso gli uffici di Polizia, sono stati arrestati perché colti in flagranza del reato di tentato furto aggravato in concorso.
L’autovettura, utilizzata per la fuga, è stata sottoposta a sequestro amministrativo in quanto priva di copertura assicurativa.

L’Autorità Giudiziaria ha disposto per i due arrestati la misura degli arresti domiciliari, in attesa del rito della “direttissima” , che si è celebrato in data odierna. Arresti convalidati.

Aggiungiti alla nostra pagina mobmagazine e riceverai aggiornamenti in tempo reale. Per aggiungerti clicca su "Mi piace" qui sotto
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here