Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

La Polizia di Stato ha tratto in arresto Mohamed Malik BOUATIA, 20enne tunisino, autore di uno scippo e ha denunciato il complice, un 17enne egiziano.
Gli agenti “motociclisti”, dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della “Squadra Nibbio”, durante le ricerche di due giovani extracomunitari autori di una rapina avvenuta in via Biscottari ai danni di una donna, hanno notato due persone inseguite da una terza in Via Trento.
Uno dei due, alla vista dei poliziotti ha lanciato per terra un telefonino cecando di dileguarsi per i vicoli del centro. A quel punto gli agenti si sono messi all’inseguimento riuscendo ad intercettrarli e fermarli.
Dopo qualche istante i poliziotti sono stati raggiunti dall’inseguitore che ha raccontato di essere stato vittima di uno scippo ad opera dei due soggetti fermati, identificando proprio nel Bouatia, come colui che cogliendolo di sorpresa alle spalle gli aveva sottratto il telefono dalle mani.
Il Bouatia vistosi alle strette ha ammesso ai poliziotti di aver commesso il crimine ed insieme al suo complice sono stati condotti presso gli uffici della Questura per compiere gli accertamenti di rito.
L’Autorità Giudiziaria competente ha disposto che il 20enne fosse condotto presso le Camere di Sicurezza in attesa di giudizio, mentre il minorenne è stato denunciato e riaffidato alla comunità presso la quale risiedeva. Nella mattinata odierna l’arresto del tunisino è stato convalidato.
Gli investigatori stanno ancora accertando il possibile collegamento tra i due giovani e la rapina avvenuta poco prima in via Biscottari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here