Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

ninebotSicuramente l’avete già notato per le vie di Palermo scambiando il guidatore per una sorta di alieno… E’ il nuovo gioiello della tecnologia, si chiama Ninebot One ed è un mono ciclo elettrico auto bilanciato. Il principio del suo funzionamento è uguale a quello del predecessore Segway che nel lontano 2001, attraverso due giroscopi gli permetteva di stare perfettamente equilibrato.

Per chi si ricorda è un veicolo nero bizzarro con 2 ruotoni, una pedana che li collegava ed un’asta uscente dalla pedana collegata ad un manubrio. Il “pilotaggio” avveniva con lo spostamento del baricentro della persona che lo guidava.
Adesso il nuovissimo Ninebot One non ha più due ruote ma soltanto una, non ha una sella, non ha un manubrio ma solo delle pedane. E proprio la mancanza di tutto che lo rende così affascinante. La domanda come qualcuno diceva “nasce spontanea”. Ma come si sta
in equilibrio?? Ma dove mi appoggio? Dove mi siedo e soprattutto…come si guida?? Dimentichiamoci la bicicletta per un momento. Certo guardando un disco con 2 pedane, a prima vista sembra impossibile starci su in equilibrio ma la magia è proprio questa. Da una parte il Ninebot One tiene l’equilibrio “davanti e dietro” ( tecnicamente “pitch”) grazie al suo giroscopio; dall’altra è il guidatore con il suo equilibrio, imparato quando andava in bicicletta, a permettere un perfetto bilanciamento. Il mono ciclo quando è acceso è a tutti gli effetti come se fosse una bicicletta con due ruote. Bisogna soltanto tenere l’equilibrio laterale.

Tutto questo si impara molto facilmente nel giro di un’ora di pratica. Per fare una analogia con un film, quando si sale per la prima volta sul Ninebot One bisogna fare il “passo della fede” come fece Indiana Jones quando doveva attraversare il ponte che l’avrebbe portato alla scoperta del Santo Gral. Una forza invisibile vi equilibrerà lasciandovi senza parole.
ninebot23Come si guida? Soltanto spostando il baricentro del corpo. Dopo un po’ diventa così naturale che si guida quasi con la mente. Peso in avanti, si accelera; peso indietro, si decelera; leggera inclinazione a destra o a sinistra e, si curva. La velocità è regolata dal più o meno peso che si porta in avanti. Posso scegliere un andatura lentissima (meno di un passo d’uomo quasi fino a zero) fino ad una andatura veloce a 22 km/h. Il nostro acceleratore e la nostra velocità è regolata esclusivamente dalla distribuzione del nostro peso rispetto al baricentro del mono ciclo. Percorre in salita ed in discesa pendenze del 20% senza alcun
problema.
L’enorme vantaggio del Ninebot è che potete portarlo ovunque viste le sue dimensioni ed il suo peso contenuto (14kg). Si arriva ad esempio nel luogo di lavoro, si chiudono le pedane e grazie ad una maniglia a scomparsa ce lo portiamo dietro con poco sforzo come una bella ed elegante valigetta circolare. L’utilizzo del Ninebot One associandolo con auto, metropolitana, tram, treni, bus ecc… permettono anche grandi spostamenti trasformando il Ninebot in un secondo veicolo portabile ma stavolta portabile. L’autonomia è uno dei suoi punti più forti. A piena carica ha una autonomia che va dai 25 km (guidatore di 120 kg!) fino ai 34 km (guidatore di 60 kg).

I suoi tempi di ricarica vanno da 1 ora a 3 ore e mezza nel caso in cui il Ninebot One sia totalmente scarico.

L’applicazione Bluetooth collega il Ninebot One allo smartphone per visionare e monitorare tutti i parametri, conoscere la velocità, il livello di batteria, l’autonomia in km rimanente, i km totali percorsi, il regolatore di assetto (morbido o scattante) nonché la regolazione di tutti gli effetti luce che il Ninebot ha installato sulle due facce.

ninebot2

Equiparato ad un pedone, può tranquillamente circolare su marciapiedi, piste ciclabili, parchi ecc..
Costo di manutenzione pari a zero. Un mezzo totalmente in simbiosi con l’ambiente totalmente Green.

Per chi vuole capire meglio come si guida il Ninebot guardate i video qui sotto, guidarlo è una sensazione indescrivibile e si percepisce un grande senso di libertà. La macchina in città con un traffico infernale?…Solo un vecchio ricordo….

Alcune immagini del gioiello tecnologico:

ninebot3
ninebot4ninebot5 Alcuni video che ho fatto per la promozione:

video dimostrativi:
 (Palermo – Giardino inglese)
 (Palermo – via libertà)
altri video:
(evoluzioni di un esperto)
( evoluzione di un esperto)

Inviato da Fabio Busalacchi

 

1 COMMENTO

  1. Il gioiello di casa Ninebot di certo è, ad oggi, uno tra i monocicli elettrici più apprezzati in quanto a qualità e tecnologia utilizzata dall’azienda per la produzione. Non passano in secondo piano nemmeno il prezzo di vendita (a buon mercato) e la sicurezza del mezzo in questione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here