Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

PALERMO: LA POLIZIA DI STATO ARRESTA DUE UOMINI PER STALKING.

Nel corso delle ultime 24 ore, la Polizia di Stato ha proceduto, in distinti episodi, all’arresto di due stalker.
Nella prima circostanza, gli agenti del Commissariato di P.S. ‘San Lorenzo’ hanno tratto in arresto C.M., 40enne con precedenti di polizia, colto in flagranza del reato di atti persecutori nei confronti della moglie.
Nello specifico, ieri pomeriggio intorno alle ore 18.30, i poliziotti sono intervenuti in un appartamento nelle vicinanze di via Lanza di Scalea, per una lite in famiglia.
Una volta sul posto e fatto ingresso nell’appartamento, gli agenti hanno udito come fosse in atto una accesa lite tra un uomo e una donna, risultati essere marito e moglie. Quest’ultima tra le lacrime ha raccontato come da anni, oramai subiva minacce e violenze di ogni genere e a suffraggio di quanto detto, mostrava una ordinanza di allontanamento e divieto di avvicinamento ai propri familiari a carico del marito. Visibilmente scossa ed impaurita, aggiungeva che il consorte non aveva mai eseguito quanto intimato in ordinanza, dichiarandosi piuttosto disposto ad uccidere lei ed i figli che lasciare l’abitazione coniugale. Per paura di ritorsione, pertanto, non aveva trovato la forza e il coraggio di denunciare il marito.
L’uomo, è stato tratto in arresto per il reato di atti persecutori e denunciato per il reato di violenza sessuale.
Nella seconda circostanza invece, avvenuta nel pomeriggio odierno nei pressi di via La Farina, poliziotti appartenenti all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, in servizio di controllo del territorio, hanno proceduto all’arresto di F.T.V. 40enne palermitano.
Quest’ultimo, già gravato da precedenti denunce per ‘stalking’, è stato colto nella flagranza del medesimo reato, mentre per strada, davanti a numerosi testimoni, consumava l’ennesima aggressione verbale accompagnata da minacce e insulti nei confronti della sua ex fidanzata.
La stessa, ha raccontato agli agenti di avere subito negli ultimi mesi continue vessazioni e minacce da parte dell’uomo, il quale, non rassegnatosi per la rottura
della loro relazione sentimentale, ossessivamente le telefonava ad ogni ora del giorno e della notte, chiedendole chiarimenti ed aggredendola verbalmente; in altre occasioni si appostava con fare minaccioso davanti alla sua abitazione, costringendola ad utilizzare una porta secondaria per uscire di casa; altre volte ancora la seguiva sino al posto di lavoro, importunandola davanti a clienti e titolari. In una di queste occasioni, non esitatava a colpire con un pugno un collega della donna, intervenuto in suo soccorso.
Quest’oggi, di fronte all’ennesima incursione sul luogo di lavoro della donna e alle ripetute minacce e offese, l’uomo è stato bloccato dal tempestivo intervento dei poliziotti, nel frattempo sopraggiunti su richiesta della vittima al ‘113’.
I due arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati condotti presso la locale Casa Circondariale ‘Pagliarelli’, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here