Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

PARTINICO: LA POLIZIA DI STATO, CONGIUNTAMENTE AD ALTRE FORZE DELL’ORDINE, EFFETTUA CONTROLLI AMMINISTRATIVI PRESSO ESERCIZI COMMERCIALI IN PROVINCIA. DENUNCIATE TRE PERSONE, ELEVATE SANZIONI AMMINISTRATIVE PER UN IMPORTO SUPERIORE AD UNDICIMILA EURO.

La Polizia di Stato in un servizio congiunto con altre Forze dell’Ordine, ha effettuato, nell’ambito del piano d’azione denominato ‘Modello Trinacria’, controlli amministrativi nel territorio di Partinico.
Predisposto un composito spiegamento di forze, fatto da personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di P.S. ‘Partinico’, al Reparto Prevenzione Crimine, alle unità cinofile “antidroga” della Questura di Palermo e ad aliquote della Guardia di Finanza di Palermo, della Guardia Costiera di Terrasini e dell’ASP di Partinico.
Nell’ambito di tali servizi, poliziotti del Commissariato di P.S. ‘Partinico’, hanno accertato, con l’ausilio di verificatori dell’Amap, che al contatore di una pizzeria del centro storico di Partinico, era collegato un tubo allacciato ad un motore elettrico che, illecitamente, alimentava due appartamenti sovrastanti all’attività commerciale ed un internet point adiacente, il tutto all’insaputa del titolare dell’attività che, riceveva bollette per il pagamento dei consumi dell’acqua assai esose rispetto al consumo effettivo.
Da accertamenti più approfonditi è emerso come i due appartamenti e l’internet point fossero sprovvisti di contatore idrico e, di conseguenza, di regolare contratto.
I proprietari delle due abitazioni e dell’internet point sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per furto di acqua e l’impianto idrico abusivo posto sotto sequestro.
Ad un supermercato insistente sullo stesso territorio, a seguito di controllo amministrativo, è stata riscontrata la mancata procedura del piano di auto controllo ( promiscuità di alimenti vari, generi alimentari scaduti e condizioni igienico sanitarie precarie) è stata elevata una sanzione amministrativa di 2.000 euro.
Gli agenti, durante un posto di controllo, hanno fermato una persona in possesso di sostanza stupefacente che è stata, successivamente, segnalata al Prefetto, ai sensi dell’art. 75 del DPR 309/90. La sostanza stupefacente è stata posta sotto sequestro.
A seguito dei controlli su strada, sono state identificate 88 persone e controllati 60 veicoli, le sanzioni elevate per violazioni al Codice della Strada superano i 9.000 euro.

Aggiungiti alla nostra pagina mobmagazine e riceverai aggiornamenti in tempo reale. Per aggiungerti clicca su "Mi piace" qui sotto
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here