Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

PALERMO: LA POLIZIA DI STATO ARRESTA UN TOPO D’AUTO. DETERMINANTE L’IMMEDIATO ARRIVO DELLE VOLANTI

La Polizia di Stato ha tratto in arresto Rizzo Antonino, palermitano 28enne, pregiudicato, ritenuto responsabile del reato di furto su autovettura.
Agenti appartenenti all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, ieri, durante l’ordinario servizio di controllo del territorio, intorno alle ore 12.00, si sono recati in via Uditore, dove era stato segnalato, su linea di emergenza “113”, un individuo che poco prima aveva perpetrato un furto su un’autovettura in sosta, per poi darsi a precipitosa fuga a bordo di un velocipede elettrico.
Prontamente sul posto, i poliziotti, percorrendo la via Uditore, hanno incrociato sulla corsia opposta un individuo, corrispondente alle descrizioni fornite dalla Sala Operativa il quale, a bordo di un velocipede a pedalata assistita, si stava allontanando in fretta nella direzione opposta.
Il giovane, alla vista della volante di polizia, ha cercato di liberarsi rapidamente di una borsa da donna di colore beige, gettandola tra le auto in sosta ed ha cercato di guadagnare la fuga, compiendo maldestre e repentine manovre tra le auto, nel vano tentativo di sottrarsi ad un eventuale controllo.
Gli agenti, invertito immediatamente il senso di marcia, con non poca difficoltà, sono riusciti a raggiungere il malvivente e a bloccarlo.
Al contempo, hanno recuperato la refurtiva riconsegnandola alla vittima, nel frattempo sopraggiunta.
Il Rizzo è stato, pertanto, tratto in arresto per il reato di furto ed accompagnato presso gli uffici di Polizia per gli accertamenti di rito.
Per l’arrestato è stata disposta dall’Autorità Giudiziaria la misura degli arresti domiciliari, in attesa del rito della direttissima, che verrà celebrato in data odierna.

Palermo, 26 Marzo 2016

Aggiungiti alla nostra pagina mobmagazine e riceverai aggiornmenti in tempo reale. Per aggiungerti  metti mi piace nella nostra pagina qui sotto
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here