Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

E’ stata la Sicilia ad inaugurare il nuovo percorso dell’Ugl per il rilancio del Mezzogiorno con la seconda parte del Sudact 2016 e gli otto punti della nuova road map: ambiente, infrastrutture, fondi europei, turismo, energia, occupazione, welfare ed agroalimentare.

Occupazione e  carenza di infrastrutture in Sicilia al centro del dibattito dal tema centrale:  “Stop crisi. Sì occupazione in investimenti pubblici in infrastrutture”.

 L’appuntamento di oggi a Caltanissetta, a riscosso grande interesse e unanimi consensi.

Ricco il parterre di ospiti che si è alternato con gli interventi alimentando un interessante dibattito:

Stefano Cetica, presidente dell’Iper Ugl, on.le Alessandro Pagano di Area Popolare (Ncd-Udc) , on. Marco Falcone (FI), presidente del gruppo parlamentare Ars, on. Gianluca Micciché (Udc), assessore regionale al Lavoro, on. Antonino Bosco (Ndc-Udc-Ap), segretario XI commissione Lavoro pubblico e privato della Camera dei Deputati, l’on. Renata Polverini, vice presidente della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati e responsabile del Dipartimento nazionale politiche del lavoro e sindacali Forza Italia. Concluderà i lavori Francesco Paolo Capone, segretario generale dell’Ugl. Modererà il dibattito Ivana Baiunco, capo redattore TFN.

Numerosi i partecipanti da tutta la Sicilia,  Franco Tragno –  Responsabile Utl/Ugl di Caltanissetta, Giovanni Condorelli – Segretario Confederale Responsabile delle  politiche per il Mezzogiorno dell’Ugl, Giuseppe Messina –  Responsabile Ugl Sicilia, Gianna Di Martino –  Responsabile  Utl/Ugl Ragusa, Franco Fasola –  Responsabile  Utl/Trapani, Giovanni Musumeci – Responsabile Utl/Ugl Catania, Eugenio Bartoccelli – Responsabile Utl/Ugl Agrigento.


Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

LASCIA UN COMMENTO