Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“I dipendenti di Almaviva, anche a Palermo, dico no all’ipotesi di accordo tra azienda e sindacati sulla solidarietà in cambio dello stop ai 3 mila licenziamenti annunciati, dei quali 1.670 soltanto nel capoluogo siciliano.  I  lavoratori del capoluogo regionale si sono espressi a larga maggioranza per il No all’intesa, 2519 hanno votato  no  è 110 per il si”.

A dichiararlo in una nota sono Antonio Vitti,  Segretario Provinciale di Palermo dell’Ugl Telecomunicazioni e Riccardo Catalinotto (nella foto),  Rsu Ugl in Almaviva.

“La vertenza per i 3.000 licenziamenti dichiarati dall’azienda per Palermo, Roma e Napoli  – aggiungono – rimane aperta. E’ necessario che il Governo conceda ai lavoratori di Almaviva gli ammortizzatori sociali come Industria, così come per i lavoratori dei committenti di Tlc, adesso si riaprono ii tavoli istituzionali e nessun posto di lavoro  deve esser e perso.

Domani  azienda e sindacati torneranno a riunirsi a Roma.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here