Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Si è svolto a Palermo in data 20 maggio,  il Direttivo provinciale dell’Ugl Telecomunicazioni del capoluogo regionale,  presso la sede della Segreteria regionale dell’Ugl Sicilia.

Oggetto dell’incontro è stata la procedura di licenziamento collettivo Almaviva per 2988 lavoratori, di cui 1670 a Palermo.

Questo è quanto si legge in una nota diramata dal sindacato.

“ Nel corso del dibattito –  dichiara Riccardo Catalinotto, Coordinatore Provinciale di Almaviva,- si sono posti all’attenzione alcuni punti fondamentali da mettere in evidenza al prossimo incontro previsto per  il 24 maggio , che avrà luogo  presso il Ministero dello Sviluppo Economico, con la presenza congiunta del Ministero del Lavoro” .

La proposta dell’Ugl Telecomunicazioni di Palermo, conclude la nota sindacale,  verte sui seguenti punti che saranno oggetto della convocazione ministeriale e, comunque emersi dalla riunione:

– ritiro della procedura di licenziamento, aperta dall’azienda il 21/03/2016 ;

– proposta di ritorno al settore  industria  per quanto riguarda gli ammortizzatori sociali, in maniera tale che possa trovare applicazione,  (rif. D.lgs.148/2015) al fine della fruizione della C.I.G.O. ordinaria, con CDS di tipo A (con pagamento fino al 80% della retribuzione);

-la garanzia da parte del Ministero, in riferimento al trattamento di CDS, che venga corrisposto  con regolarità il pagamento delle indennità relative, da parte dell’ INPS con cadenza mensile in busta paga. Altresì, bisogna precisare che l’accordo quadro deve guardare ad un orizzonte temporale di almeno 24 mesi, anche se articolato in più fasi;

– garanzia di pagamento del bonus Renzi;

– rivisitazione per tutti i siti Almaviva delle percentuali di solidarietà da applicare ai lavoratori;

– solidarietà da applicare a giornate intere per tutti gli interessati;

– istituzione di un Osservatorio, composto da Governo, azienda e sindacati,  che svolga attività continua di monitoraggio, sulla situazione Almaviva in sede ministeriale;

– garanzia di mantenimento delle commesse in corso negli attuali siti operativi, con impegno

aziendale di inserimento prioritario di nuove commesse nei siti a maggior % di  CDS;

– sensibilizzazione e impegno del Governo, nei confronti dei Committenti, onde contrastare le gare al massimo ribasso, nel rispetto del costo del lavoro riferito al CCNL, inquadramento 4°/5° livello;

– sensibilizzazione delle Agenzie di Garanzia dei Servizi di Telecomunicazioni (AGCM e AGCOM) in merito al fenomeno delle delocalizzazioni e al mancato rispetto del D.Lgs. 83/2012, art. 24 bis.

“L’Ugl Telecomunicazioni,  – aggiunge Catalinotto – si confronterà con le altre OO.SS. Confederali per presentare una proposta condivisa, al fine di tutelare gli interessi di tutti i lavoratori  di Almaviva.

Nello stesso tempo l’impegno di Ugl Telecomunicazioni Palermo,  sarà quello di aggiornare e informare i lavoratori,  sulle varie fasi della proposta e sugli avanzamenti successivi”.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here