Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

PALERMO: LA POLIZIA DI STATO ARRESTA UN TOPO D’APPARTAMENTO CHE TENTAVA DI GUADAGANARE LA FUGA GRAZIE ALL’INTERVENTO DI ALCUNI ASTANTI

La Polizia di Stato ha tratto in arresto per tentato furto, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, D.M. 20enne palermitano.
Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico sono intervenuti, in piazza Benvenuto Cellini, su indicazione della Centrale Operativa, a seguito di una segnalazione di tentato furto in abitazione.
Sul posto il proprietario dell’appartamento ha riferito di aver visto scendere, lungo i tubi del gas, un giovane che dopo il loro arrivo si era nascosto prima in un giardino vicino e poi all’interno di un veicolo.
Durante le fasi del racconto, il malvivente è uscito improvvisamente allo scoperto, dandosi a precipitosa fuga lungo le vie limitrofe. Gli agenti, senza perderlo mai di vista, si sono messi all’inseguimento, fino a bloccare il maldestro malvivente, con non poche difficoltà, in via Paladini. Infatti, durante le fasi dell’arresto, un capannello di persone ha accerchiato gli agenti, alcune nel tentativo di agevolare la fuga del ladro, altre invece con intenzioni bellicose contro lo stesso.
I poliziotti si sono trovati nella situazione paradossale di doversi difendere dalla strenua resistenza del malfattore, ma allo stesso tempo di doverlo difendere da chi voleva “aggredirlo”.
Dopo aver riportato la calma, gli agenti hanno effettuato un sopralluogo all’interno dell’abitazione “visitata” dal “topo d’appartamento” che risultava effettivamente a soqquadro, con un grosso lenzuolo steso sul letto per raccogliere la refurtiva.
L’uomo è stato accompagnato negli uffici della Questura per gli accertamenti di rito e successivamente condotto presso le Camere di Sicurezza in attesa di giudizio.

Palermo, 24 maggio 2016

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here