Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

LA POLIZIA DI STATO SEQUESTRA UN TONNO ROSSO DI RAGGUARDEVOLI DIMENSIONI DALLA DUBBIA PROVENIENZA, PRONTO PER ESSERE SMERCIATO NEL CAPOLUOGO SICILIANO
La Polizia di Stato ha sequestrato un esemplare di tonno rosso del peso di 330 kg che un uomo trasportava a bordo di un furgone.
Agenti della Polizia di Stato appartenenti all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, durante il regolare servizio di controllo del territorio percorrendo via Enrico Parisi hanno notato all’intersezione con via Libertà un furgone con a bordo due persone.
Ad insospettire i poliziotti e ad indurli ad effettuare un accertamento, è stata la condotta di guida del conducente del mezzo che, alla vista della volante di polizia, ha arrestato la marcia per poi riprenderla a velocità ridotta.
Gli agenti, raggiunto il mezzo, un fiat ducato ‘refrigerato’ all’altezza di Piazza Castelnuovo, visto l’atteggiamento sempre più sospetto dei due individui, hanno deciso di estendere il controllo al veicolo e, una volta aperto lo sportello posteriore del ‘ducato’ hanno constatato come all’interno vi fosse un esemplare di tonno rosso, senza alcun documento circa la tracciabilità/provenienza.
Trattandosi di un prodotto destinato verosimilmente al commercio illegale, potenzialmente pericoloso per la salute, vista l’assoluta mancanza di una qualsiasi documentazione attestante la provenienza, i poliziotti con l’ausilio di personale della Capitaneria di Porto, hanno sequestrato il tonno ed elevato una sanzione amministrativa al conducente del veicolo.
Personale appartenente all’ASP di Palermo, ha sottoposto a verifica sanitaria il prodotto ittico sequestrato, attestando l’idoneità al consumo alimentare.
Il tonno, del peso di 330 kg e 2,58 mt. di lunghezza, è stato devoluto in beneficenza ad istituti caritatevoli cittadini.

Aggiungiti alla nostra pagina mobmagazine e riceverai aggiornamenti in tempo reale. Per aggiungerti clicca su "Mi piace" qui sotto
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here