Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Ecco a voi l’ultimissima bozza di riordino della Polizia di Stato, presentata dalla nostra amministrazione il 31 maggio e che verrà discussa il 1 giugno dai Sindacati con il capo della Polizia. Vi alleghiamo la bozza, ricordiamo che bisogna fare tutto entro la fine di giugno per non fare scadere i termini. Ma cerchiamo di capire quali sono i punti salienti di questa ultima proposta e come potrebbero influire sulla futura vita lavorativa dei Poliziotti. Premettiamo che il riordino riguarda tanto i ruoli ordinari che quelli tecnici, con modalità assolutamente analoghe.

La somma disponibile per la Polizia per il riordino è di 36 milioni totali. 27 destinati ad Agenti e Assistenti; 9 milioni a Sovrintendenti e Direttivi
Rideterminazione della pianta organica effettiva della polizia di Stato con un aumento complessivo di 4.000 uomini, comprendente però anche l’assorbimento della Forestale. Di fatto più 6.000 uomini che espletano funzioni di Polizia e meno 2.000 nei ruoli tecnici.
Sono previsti, a regime, 4.000 sovrintendenti in più, 10.000 ispettori in più
Per assistenti capo e corrispondenti ruoli tecnici è previsto un passaggio alla qualifica successiva, tramite concorsi semplificati, di 24 mila persone entro 5 anni e di circa 18/19 mila entro 10 anni
Previsto il diploma di scuola superiore per diventare poliziotti e corrispondenti ruoli tecnici.
Per i ruoli apicali con funzioni di Polizia e corrispondenti ruoli tecnici è previsto l’assegno per incarico speciale. Per Assistenti capo con almeno 10 anni di anzianità, Sovrintendenti Capo e Sostituti Commissario con almeno 4 anni di anzianità nella qualifica. Per gli assistenti Capo viene quantificato in circa 40 euro mensili, per i Sostituti Commissario circa 80 euro netti mensili, per i Sovrintendenti circa 60 euro all’anno.
Passaggio ad Ispettore Superiore mediante ruolo aperto, per gli ispettori Capo con almeno 9 anni nella qualifica. Da sottolineare che 5.500 ispettori Capo già dal primo gennaio dall’anno prossimo passeranno Ispettori Superiori.
I tempi di passaggio da Ispettore superiore a Sostituto Commissario si riducono da 15 a 10 anni
Istituzione del ruolo direttivo, cui possono accedere i sostituti Commissari e per il 20% anche gli appartenenti alla qualifica Ispettori in possesso almeno della laurea triennale.
Rimodulazione della carriera dei funzionari di polizia, articolata in posizioni direttive e dirigenziali e nel ruolo unico dei funzionari e nel ruolo direttivo, in relazione alle differenti modalità di accesso, rispettivamente con laurea specialistica e laurea triennale
Questi i punti principali della bozza di riordino. Non stiamo qui a fare valutazioni “politiche” di questa bozza di riordino, che è evidentemente nata sotto la triste stella del risparmio. In maniera assolutamente positiva valutiamo il fatto che per fare il concorso in polizia ci vorrà il diploma, che in prospettiva ci permetterà anche di avere riconosciuta una maggiore professionalità.

La bozza completa è allegata QUI

 

 


Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
Articolo precedenteLa Hill’s Nutrition sta volontariamente ritirando alcuni lotti di alimenti umido per gatto in bustina
Articolo successivoEsa, Ugl: “i lavoratori dimenticati dalla regione siciliana”
Igor Gelarda
Igor Gelarda è nato a Palermo nel 1974. Laureato in Lettere Moderne, ha svolto un dottorato di ricerca in Storia del Mediterraneo antico presso l’Università di Palermo. Sposato, fa il poliziotto, ed è dirigente nazionale del sindacato di Polizia Consap per il quale svolge corsi di aggiornamento e formazione per i quadri sindacali. Ha svolto numerose collaborazioni con università italiane e straniere per quella che è la passione della sua vita, la storia! Autore di saggi e articoli che hanno come oggetto il tardoantico, ossia il periodo storico che va dalla caduta dell’Impero Romano all’incoronazione di Carlo Magno, si è occupato anche delle prime comunità cristiane e dei Vandali ( quelli veri e non degli stupidi moderni autori di distruzioni senza senso) di Genserico, la popolazione barbarica che tenne in scacco l’Impero Roma per quasi un secolo! Impegnato ad organizzare nella sua città attività ludico-storiche per bambini con disagi di vario tipo, è autore di guide turistiche e altri scritti su Palermo e la Sicilia occidentale. Una di queste guide è stata interamente pensata per le persone diversamente abili, ed ha quindi come argomento il turismo accessibile. Parte della sue pubblicazioni sono reperibili qui: http://unipa.academia.edu/IgorGelarda. Per contattarlo consapsicilia@gmail.com

LASCIA UN COMMENTO