Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

LA POLIZIA DI STATO SCOVA SUL “101” UN GRUPPO DI BORSEGGIATORI TRA I QUALI IL DIPENDENTE DI UN’AZIENDA SANITARIA CHE, ALL’ATTO DEL CONTROLLO, AVREBBE DOVUTO TROVARSI, SUL LUOGO DI LAVORO

Un controllo su uno degli autobus più frequentati dagli scippatori può portare ad esiti sorprendenti anche in tema di lotta all’assenteismo sul posto di lavoro: succede anche questo a Palermo ed è successo, ieri mattina, a bordo dell’autobus “101”.
Nelle retrovie di un autobus già pieno di cittadini e turisti, un palermitano, intorno alle 10:00, ha osservato i movimenti circospetti e poco naturali di un gruppo di passeggeri ed ha ritenuto di trovarsi di fronte ad un gruppo di borseggiatori, tanto da avvisare il “113”.
Una pattuglia del Commissariato di P.S. “Libertà” è giunta sulla via segnalata ed ha controllato accuratamente i passeggeri del mezzo riconoscendo tra loro cinque noti personaggi del settore “borseggio”.
Gli agenti hanno ritenuto opportuno far scendere i pregiudicati dalla vettura e li hanno sottoposti a controllo e perquisizione: uno è risultato portare con sé, dentro una borsa, un coltellaccio, tre sono risultati sorvegliati speciali e quindi sono stati denunciati per violazione degli obblighi previsti. Il quinto, è stato questo l’esito più sorprendente, è risultato essere un dipendente di una nota struttura sanitaria cittadina. I controlli esperiti dai poliziotti hanno accertato che il dipendente pubblico, all’atto del controllo, avrebbe dovuto trovarsi sul luogo di lavoro, con turno di lavoro 07:00-13:00, sono in corso accertamenti per verificare la possibile assenza ingiustificata.


Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

LASCIA UN COMMENTO