Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

LA POLIZIA DI STATO SVENTA UN FURTO NOTTURNO AD UN ESERCIZIO DI OTTICA DELL’ARENELLA ED ARRESTA CINQUE MALVIVENTI, QUATTRO DEI QUALI PREGIUDICATI DI LUNGO CORSO

 La Polizia di Stato ha, stanotte, sventato un furto ad un esercizio di ottica, nel quartiere dell’ “Arenella” e ne ha tratto in arresto i cinque responsabili, LANDOLINA Rosario, 54enne di via De Sales, INGRASSIA Paolo, 50enne di Villabate, TAORMINA Calogero, 60enne di Misilmeri, FAZIO Armando, 51enne di Bolognetta e C.F., 17enne palermitano.

I malviventi, quasi tutti residenti in provincia e gravati da specifici precedenti, avevano fatto ingresso nei locali dell’ottica, attraverso un foro praticato su una parete, confinante con un esercizio limitrofo ed in stato di abbandono.

Nel cuore della notte, proprio questo pertugio i malviventi hanno sfruttato penetrando nei locali e razziando, letteralmente. di occhiali gli espositori per un valore di trentamila euro, circa.

Due dei malviventi operavano all’interno, mentre tre complici stazionavano all’esterno, con chiare funzioni di “palo” e di raccordo. I malviventi all’interno avevano già passato i sacchi ai complici che, a loro volta, li avevano già riposti all’interno della vettura quando la scena è stata scorta da alcuni residenti che non hanno esitato a contattare il “113”.

L’arrivo di più “Volanti” dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico,  a sirene spiegate, ha generato l’improbabile fuga dei tre malviventi posizionati all’esterno che sono giunti a percorrere pochi metri in macchina prima di essere bloccati ed ammanettati.

All’interno dell’ottica, con la saracinesca abbassata, i due restanti malviventi stavano continuando, imperterriti, la loro operazione di razzia, ignari dell’arrivo degli agenti.

Lì gli agenti li hanno sorpresi e bloccati, senza che nulla potessero fare per sottrarsi alla cattura.

Un accurato sopralluogo degli agenti ha consentito di ricostruire le fasi e la dinamica dell’irruzione: i malviventi, muniti di jammer, avevano neutralizzato le frequenze di trasmissione dell’allarme, rendendolo inefficace; le telecamere dell’impianto di sorveglianza erano state, invece, rese inefficaci perché materialmente  “schermate” con nastro isolante e plastica.

Gli occhiali trafugati sono stati riconsegnati al legittimo proprietario mentre i cinque sono stati arrestati.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here