Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

LA POLIZIA DI STATO ARRESTA , NEL PARTINICESE, UN UOMO DI 77 ANNI PER FURTO DI ENERGIA ELETTRICA

La Polizia di Stato ha tratto in arresto A. S. classe 1939 con pregiudizi di Polizia per furto aggravato di energia elettrica.
Ieri mattina, poliziotti appartenenti al Commissariato di P.S. ‘Partinico’, durante controlli mirati a prevenire e reprimere il dilagante fenomeno dei furti di energia elettrica e con l’ausilio di una squadra di verificatori ‘ENEL’, si sono recati presso una villa dell’interland partinicese, dove attraverso i sistemi informatici Enel si è appreso che i consumi di energia elettrica del relativo contatore non avevano superato i 400 watt e vi era stato un andamento tipico dei consumi di utilizzo con magnete apposto sul contatore.
Gli agenti una volta avuto accesso all’abitazione, hanno riscontrato che il contatore non aveva alcun magnete allocato ma sulla calotta superiore si è potuta constatare la presenza di segni di striatura tipici dell’uso di magnete, riconoscibili in quanto tale dispositivo, quando applicato, causa un una forte presa sulla calotta, provocando delle striature peculiari.
I poliziotti contestualmente, notando il crescente nervosismo da parte dell’anziano proprietario della villetta, lo hanno seguito a distanza, finchè non lo hanno visto chinarsi all’interno della proprietà e raccogliere un oggetto di colore nero, per poi occultarlo sotto l’ascella.
Una volta intervenuti e chieste spiegazioni, si è appurato che l’oggetto prima raccolto era un magnete delle dimensioni di 12 x 3 x 5,5 cm che l’uomo aveva rimosso dal contatore ENEL appena notata la presenza delle pattuglie di polizia, attraverso il sistema di video/sorveglianza installato nella sua abitazione.
Dopo avere riposizionato il magnete per effettuare gli accertamenti del caso, si è constatato che il suo utilizzo permetteva un assorbimento in difetto della lettura pari al 96,65%.
Rimosso il magnete, che è stato posto sotto sequestro, i consumi sono tornati entro la norma.
L’indagato, colto nella flagranza del reato di furto aggravato di energia elettrica, è stato tratto in arresto.
In sede di direttissima l’arresto è stato convalidato.


Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

LASCIA UN COMMENTO