Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

PALERMO: LA POLIZIA DI STATO INDIVIDUA, IN TEMPI RECORD, L’AUTORE DI UNA RAPINA AD UN UFFICIO POSTALE CITTADINO

Nel pomeriggio del 21 giugno 2016, la Polizia di Stato, segnatamente personale della Squadra Mobile, diretta dal Dott. Rodolfo RUPERTI, unitamente ad operatori dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, ha sottoposto a “Fermo di indiziato di delitto”, D’ALBA Massimiliano, pregiudicato, di anni 25, ritenuto responsabile della rapina perpetrata alcune ore prima in danno dell’Ufficio Postale, Ag. 24, sito in Piazza Principe di Camporeale.
In particolare, intorno alle ore 11:00, un soggetto era entrato all’interno dell’Ufficio Postale in questione e, dopo aver scavalcato il banco degli impiegati, aveva asportato somme di denaro contante, custodite all’interno dei cassetti di tre sportelli.
Alla rapina aveva partecipato anche un altro soggetto che, entrato all’interno dell’Ufficio Postale, si era limitato a controllare la situazione ed a tenere a bada i clienti.
Il malvivente che si era impadronito del denaro, rovistando in più cassetti, aveva lasciato intendere di essere armato.
Sul luogo della rapina, erano intervenuti agenti della Sezione “Antirapina” della Squadra Mobile ed equipaggi delle “Volanti”.
In quel contesto, si erano rivelate preziose le informazioni fornite da un soggetto che si trovava all’interno dell’Ufficio Postale per effettuare alcune operazioni e che avrebbero consentito di indirizzare sin da subito le indagini.
Le dichiarazioni del cittadino e di un dipendente dell’Ufficio Postale sono servite a tracciare un “identikit” del rapinatore. Grazie alla profonda conoscenza degli ambienti criminali cittadini da parte dei poliziotti, in breve, si è riuscito ad attribuire un nome ed un volto al soggetto descritto dai testimoni.
Il D’ALBA è stato, così, riconosciuto quale autore dell’assalto.
Alla luce degli elementi acquisiti e raccolti, il D’ALBA è stato rintracciato ed infine sottoposto a fermo di p.g.
In data odierna, il GIP del Tribunale di Palermo ha applicato al D’Alba la misura della custodia cautelare in carcere.
Sono in corso le indagini per individuare l’altro rapinatore.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here