Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

I risvolti negativi della presenza massiccia nelle calde sere estive delle zanzare sono indubbiamente, pruriti, allergie e il disturbo del sonno .
L’estate 2016 potrebbe rivelarsi una delle più colpite dall’insetto più amato dalla popolazione.
A causa di un inverno troppo mite, milioni di uova deposte dalle zanzare non sono morte come di solito avviene,  perché non ha fatto abbastanza freddo a peggiorare la situazione, le continue piogge che ne favoriscono la proliferazione.

Come difendersi da questo insetto, che si va abituando sempre più ai rimedi tradizionali.
In giardino è consigliabile piantare delle piante repellenti per le zanzare, la profumatissima calendula, la catambra, la monarda,  queste piante sono adatte anche a climi molto afosi, quindi resistono bene tutta l’estate.
Inoltre non fatevi mancare il geranio o il basilico, le cui foglie possono essere strofinati sulla pelle.
In casa , assicuratevi bene dopo aver annaffiato le piante di non lasciare acqua nei sottovasi, così come favorire il deflusso d’acqua dopo le piogge dal balcone e dai contenitori, perché l’acqua e l’umidità sono il regno delle zanzare. Sui balconi e sui terrazzi creare angoli con piante di basilico, gerani e menta che allontanano il nostro caro insetto.
E’ possibile montare delle zanzariere in completa autonomia , ne esistono diversi modelli con tante soluzioni da soddisfare le proprie esigenze.
l’abbigliamento ha una sua incidenza nel respingere le zanzare: il nero e il rosso sono i colori che le attraggono di più, il bianco è invece il colore repellente per eccellenza, insieme al verde e al giallo.


Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

LASCIA UN COMMENTO