Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

 

Si terrà a Palermo  in settimana, un’assemblea dei lavoratori aderenti alla sigla UGL Sicurezza Civile per discutere dei continui problemi che investono la categoria ed in particolare la società KSM.

“La situazione aziendale, dopo i licenziamenti avvenuti nei mesi scorsi, –  spiega il Reggente Provinciale UGL Sicurezza Civile di Palermo Fabrizio Geraci, –  ha portato, per politiche aziendali a nostro avviso sbagliate, a mettere in serie difficoltà economico-familiari le Guardie Giurate licenziate, con anni di servizio alle spalle e famiglie a carico, ed al ‘collasso’  le Guardie Giurate in servizio, che per carenza di personale sono sottoposte a turni massacranti, costrette a saltare turni di riposo, e in molti si sono visti negare il periodo di ferie per dette problematiche. Le scelte politico-aziendali, non devono ricadere, soprattutto in un settore delicato come la Vigilanza Privata, sui lavoratori”.

“Ricordiamoci che quando parliamo di ‘lavoratori’,  – aggiunge -, parliamo di Guardie Giurate armate, le quali svolgono servizi di pubblica utilità, e alle quali è richiesto un livello di attenzione altissimo, come ad esempio le Guardie Giurate impiegate al controllo sicurezza aeroportualein un periodo di massima allerta come questo, pertanto non è possibile, per la loro incolumità e per quella dell’utenza e dei cittadini, sottoporle a dette situazioni di stress”.

“Le Guardie KSM – conclude Geraci – continuano a svolgere ad oggi, nei limiti umani, la propria attività lavorativa con regolarità, cercando di creare il minore disagio possibile, coscienti della loro indispensabile funzione, basti solo pensare ai servizi aeroportuali, bancari etc., servizi, che se detta situazione dovesse continuare, rischierebbero di essere espletati in modo inadeguato”

Aggiungiti alla nostra pagina mobmagazine e riceverai aggiornamenti in tempo reale. Per aggiungerti clicca su "Mi piace" qui sotto
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here