Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Continua l’odissea degli impiegati dell’Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia, da mesi senza stipendio. Un danno causato da una politica, sorda, cieca e muta. Chi purtroppo, ahimè, ne piange le conseguenze, è il personale, che con grande spirito di servizio, fortemente legati ai valori della responsabilità di funzione, assicurano quotidianamente la certificazioni dei vini a D.O., degli oli e il controllo ispettivo dei vigneti.

A dichiararlo Gaetano Cassibba, Coordinatore Regionale Enti Vigilati UGL Sicilia, Stefano Pulizzi, Coordinatore Provinciale di Trapani Enti Vigilati UGL e Giacomo Alberto Manzo, R.S.A. UGL presso l’IRVOS.

Sono anni che l’incertezza della politica regionale, regna sovrana all’interno degli organismi regionali – aggiungono i sindacalisti – e a farne le spese, purtroppo sono i  dipendenti e le loro famiglie. Un Istituto, quale l’I.R.V.O, da moliti politici e non solo, ritenuto virtuoso – aggiungono – che esercita un ruolo importante e strategico per il settore vitivinicolo regionale.

Come Ugl – concludono – chiediamo all’Assessore al ramo, On.le Antonello Cracolici, di intervenire tempestivamente  presso i propri uffici, per sbloccare le somme dovute, e di provvedere al risanamento dello stesso Ente, visto che in passato i tagli della politica ne hanno compromesso la funzionalità, ribadendo, che il personale, se non riceverà risposte immediate, proclameremo lo stato di agitazione.

 

Aggiungiti alla nostra pagina mobmagazine e riceverai aggiornamenti in tempo reale. Per aggiungerti clicca su "Mi piace" qui sotto
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here