Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Continua l’odissea degli impiegati dell’Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia, da mesi senza stipendio. Un danno causato da una politica, sorda, cieca e muta. Chi purtroppo, ahimè, ne piange le conseguenze, è il personale, che con grande spirito di servizio, fortemente legati ai valori della responsabilità di funzione, assicurano quotidianamente la certificazioni dei vini a D.O., degli oli e il controllo ispettivo dei vigneti.

A dichiararlo Gaetano Cassibba, Coordinatore Regionale Enti Vigilati UGL Sicilia, Stefano Pulizzi, Coordinatore Provinciale di Trapani Enti Vigilati UGL e Giacomo Alberto Manzo, R.S.A. UGL presso l’IRVOS.

Sono anni che l’incertezza della politica regionale, regna sovrana all’interno degli organismi regionali – aggiungono i sindacalisti – e a farne le spese, purtroppo sono i  dipendenti e le loro famiglie. Un Istituto, quale l’I.R.V.O, da moliti politici e non solo, ritenuto virtuoso – aggiungono – che esercita un ruolo importante e strategico per il settore vitivinicolo regionale.

Come Ugl – concludono – chiediamo all’Assessore al ramo, On.le Antonello Cracolici, di intervenire tempestivamente  presso i propri uffici, per sbloccare le somme dovute, e di provvedere al risanamento dello stesso Ente, visto che in passato i tagli della politica ne hanno compromesso la funzionalità, ribadendo, che il personale, se non riceverà risposte immediate, proclameremo lo stato di agitazione.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here