Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un uomo di 77 anni è morto a causa di un incendio divampato al negozio sottostante la sua abitazione a Palermo.

Le fiamme si sarebbero sviluppate per motivi accidentali nell’esercizio commerciale dove in quel momento si trovava il titolare, Michelangelo Abbate, 77 anni. Quando è divampato il rogo nel negozio, l’uomo si trovava all’interno del negozio insieme al figlio. Michelangelo  si è precipitato per le scale per soccorrere la moglie che  si trovava nell’appartamento di famiglia al primo piano,  ma ha perso i sensi a causa delle forti esalazioni ed è rimasto intrappolato dalle fiamme alte, alimentate da alcuni prodotti altamente infiammabili dell’attività commerciale  e per lui non c’è stato nulla da fare.

Il figlio ha riportato delle bruciature alle mani ma si è rifiutato di andare in ospedale, così come la madre, anche lei leggermente ustionata.

L’incendio, secondo la polizia che indaga, è avvenuto per cause accidentali, forse un corto circuito.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here