Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Nella giornata di ieri, si è svolto un servizio congiunto delle Forze dell’Ordine, coordinato dalla Questura di Palermo, lungo il litorale costiero orientale della provincia.
Polizia di Stato, segnatamente personale del Commissariato di P.S. di Termini Imerese, Polizia Municipale, Guardia Costiera e Guardia Costiera, hanno passato al setaccio la costa, in particolare il tratto molto frequentato da turisti e bagnanti tra Trabia e Termini Imerese, in chiave antiabusivismo commerciale.
Come spesso accade nel contesto di questo genere di servizi, verifiche ed accertamenti hanno evidenziato delle irregolarità che sono sfociate nel penale.
E’ ciò che è accaduto per un esercizio commerciale bar- adibito a lido balneare su un’ ampia porzione di battigia del litorale.
Il titolare è stato denunciato, penalmente, per il reato di occupazione abusiva di tratto demaniale e si è proceduto al sequestro di quattro pedalò, inerenti l’attività del lido balneare stesso.
Sulla statale “113”, plausibilmente proveniente da un tratto della vicina spiaggia, è stato sorpreso un cittadino bengalese con una bancarella ambulante ricolma di articoli da spiaggia; il cittadino straniero, irregolarmente presente su territorio nazionale, è stato avviato all’espulsione mentre gli articoli da spiaggia sono stati posti sotto sequestro.
Infine, sono state identificate 34 persone e 17 veicoli, elevate 10 contestazioni per violazione del Codice della Strada. Il valore complessivo delle sanzioni comminate sfiora i mille euro.


Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

LASCIA UN COMMENTO