Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

La Polizia di Stato ha tratto in arresto Tanko Viktor 23enne nato in Libia, poiché resosi responsabile del reato di evasione, inoltre lo stesso è stato indagato in stato di libertà per il reato di furto aggravato di energia elettrica.
Ieri pomeriggio, poliziotti appartenenti al Commissariato di P.S. ‘Oreto- Stazione’, durante il regolare servizio di controllo del territorio, si sono recati in via Guastella Cosmo, per effettuare un controllo a Tanko Viktor, 23enne libico, in atto sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.
Giunti sul posto e suonato al campanello dell’abitazione del cittadino straniero, gli agenti sono stati accolti da un’altra persona che ha riferito di essere solo all’interno dell’abitazione e che Tanko si era allontanato da qualche istante.
I poliziotti hanno pertanto deciso di aspettare qualche minuto sul posto, difatti dopo circa 10 minuti il Tanko rincasava ed alla domanda sul perché si fosse allontanato da casa, nonostante la misura degli arresti domiciliari, questi rispondeva di essere uscito dall’abitaziione per andare a comprare dei cornetti per fare colazione.
Si precisa, inoltre, che mentre i poliziotti erano in attesa che Tanko tornasse a casa, hanno notato un cavo elettrico che, collegato in modo approssimativo alla rete di distribuzione, entrava all’interno dell’abitazione dello stesso. Sospettando quindi un furto di energia elettrica, gli agenti hanno chiesto tramite Centrale Operativa, l’intervento di verificatori dell’Enel, che giunti sul posto hanno confermato l’esistenza di un allaccio abusivo.
Tanko Viktor,condotto presso gli uffici di polizia è stato arrestato per il reato di evasione, inoltre lo stesso è stato indagato in stato di libertà per il reato di furto aggravato di energia elettrica.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here