Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nel quartiere della Vucciria, a Palermo, alcuni residenti sono scesi in strada in aiuto di un giovane scippatore, fermato dalla polizia. Nella baraonda il malvivente e’ riuscito a darsi alla fuga ed a far perdere le tracce. Adesso viene ricercato. E sulla vicenda interviene Pasquale Guaglianone, segretario provinciale di Ugl-LeS Polizia di Stato. “Quanto accaduto alla Vucciria, dove la Polizia che aveva arrestato uno scippatore e’ stata aggredita dalla folla – commenta il sindacalista -, e’ solo l’ultimo di una lunga serie che testimonia l’escalation criminale a Palermo e l’astio nei confronti delle forze dell’ordine da parte di alcune frange di cittadini”. “Quello del capoluogo siciliano – aggiunge – e’ un bollettino da guerra: solo pochi giorni fa sette turisti sono stati aggrediti e rapinati in poche ore. Noi di Ugl-LeS Polizia abbiamo, piu’ volte, denunciato le croniche mancanze di personale causate da tagli incomprensibili in un territorio storicamente ostico e diffidente nei confronti delle istituzioni”. “Ribadiamo con forza, per tutelare i tanti colleghi che continuamente si muovono in quello che non e’ esagerato definire un campo minato, la necessita’ di investire in sicurezza pubblica affinche’ le forze dell’ordine siano messe in condizione di offrire ai cittadini sicurezza e tranquillita’ – prosegue -. Il governo non dimentichi Palermo, a nulla sarebbero valsi anni di lotta, sacrifici e perdite di vite umane”, conclude il segretario provinciale di Ugl-LeS Polizia di Stato.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here