Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Il Novizio appartenente ad una Congregazione Clericale nella Provincia di Palermo si
trova ora agli arresti domiciliari.
Le indagini che hanno tratto origine da un’attività condotta dal Servizio Polizia Postale
e delle Comunicazioni nell’ambito di rapporti di collaborazione internazionale, hanno
da subito evidenziato come l’indagato utilizzasse i propri profili “social” per tentare,
con espliciti riferimenti di natura sessuale e senza celare il proprio status di novizio,
l’adescamento di giovani e giovanissimi.
I successivi accertamenti, sviluppati dal Compartimento Polizia Postale “Sicilia Occidentale”
di Palermo con il coordinamento della locale Procura della Repubblica, hanno consenti-
to non solo di acquisire riscontri probanti sulle prime, importantissime informazioni, ma
di delineare addirittura profili di responsabilità su ulteriori, gravissimi comportamenti.
Sui dispositivi informatici del Novizio, rinvenuti nel corso della perquisizione e posti
sotto sequestro, gli investigatori della Postale hanno infatti rinvenuto numerosi file pe-do-pornografici.
Gli stessi investigatori hanno, inoltre, potuto ricostruire come, in alcuni casi, l’indagato
avesse tentato veri e propri approcci “fisici”, sempre respinti, con giovanissimi parroc-chiani ovvero li avesse repentinamente imposti loro malgrado.
Le risultanze investigative sono quindi state attentamente vagliate da Sostituto Procura-tore del Team specializzato della Procura della Repubblica di Palermo che ha richiesto ed ottenuto dal Giudice delle Indagini Preliminari l’odierna misura.

Aggiungiti alla nostra pagina mobmagazine e riceverai aggiornmenti in tempo reale. Per aggiungerti  metti mi piace nella nostra pagina qui sotto
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here