Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Non posso che condividere l’assessore alla salute Baldo Gucciardi quando afferma che quello che stanno costruendo con la rete ospedaliera siciliana è nell’interesse dei cittadini. Ma mi chiedo nei fatti: qual’è l’interesse dei cittadini a vedere chiuso un ospedale che funziona ai massimi livelli come Cefalù. Qualcosa ci sfugge”. Lo dice la senatrice Simona Vicari.

“Conosciamo bene – prosegue Vicari – le regole tecniche dettate dal Ministero della Salute e per tale ragione facciamo nostre le motivazioni mosse dai vertici dell’ospedale di Cefalù. L’invito è ancora una volta a valutare la qualità dei servizi offerti e con dati alla mano a riclassificare Cefalù come ospedale di Primo livello. Un paradosso è infine – evidenzia la senatrice – è assistere da un lato al finanziamento, con i fondi ex art. 20 , per quasi 4 milioni euro, all’ampliamento di 9 posti letto di terapia intensiva, che saranno consegnati a marzo, e dell’altro vederli tagliati ancor prima che entrano in funzione. Credo che non sia un buon esempio di gestione delle risorse pubbliche”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here