Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

PREZIOSA LA COLLABORAZIONE DEI CITTADINI

La Polizia di Stato ha arrestato per rapina, Marco Corona 35enne e Francesco Di Gregorio 38enne entrambi pregiudicati palermitani della zona di corso Alberto Amedeo.

Nell’ambito di specifici servizi, predisposti dal Questore per la repressione di reati predatori, soprattutto in prossimità di obiettivi sensibili quali farmacie, supermercati, banche o uffici postali, i “Falchi” della Sezione “Contrasto al Crimine Diffuso” della Squadra Mobile diretta da Rodolfo Ruperti, unitamente agli agenti del Commissariato P.S. “Libertà” diretto da Carolina Potenzone, sono riusciti ad individuare in pochissimo tempo gli autori di una violenta rapina.

Ieri mattina, la Sala Operativa ha diramato una “nota” inerente una rapina ai danni di una farmacia nei pressi della piazza Vittorio Veneto da parte di due individui parzialmente travisati ed armati, di cui segnalava la descrizione fisica ed il veicolo adoperato per la fuga.

Immediatamente alcuni equipaggi di polizia si sono messi alla ricerca della vettura sospetta, dislocandosi strategicamente lungo le possibili vie di fuga, in costante e coordinato collegamnento radio con la centrale operativa. Una volante del Commissariato Libertà, poco dopo, ha intercettato l’autovettura segnalata, riuscendo a bloccarne la fuga in viale Diana; sul posto in ausilio è arrivata anche una pattuglia della Squadra Mobile. Contestualmente, altri equipaggi della Mobile si sono recati presso la farmacia dove hanno visionato le immagini del circuito di videosorveglianza e “girato” ai poliziotti, che stavano controllando l’auto sospetta, alcuni fotogrammi ritraenti le effigi dei due rapinatori.

Dai primi acceratmenti effettuarti, i due uomini sottoposti al controllo sono risultati particolarmente somiglianti a quelli immortalati dalle telecamere, sia per le fattezze fisiche che per l’abbigliamento indossato; inoltre, all’interno delle tasche di uno dei due uomini è stato ritrovato il bottino della rapina consistente nella somma di 100€, divisa in banconote di diverso taglio, anch’esse coincidenti con quelle rubate.

Oltre alla perfetta sinergia tra gli operatori, preziosa è risultata la collaborazione dei cittadini e degli impiegati della  farmacia, per il determinante contributo offerto alle indagini, descrivendo minuziosamente i tratti dei rapinatori ed individuandoli successivamente, presso gli uffici di polizia, attraverso un riconoscimento all’americana. I due, dopo gli ulteriori accertamenti di rito, sono stati associati alla Casa Circondariale “Pagliarelli” .

Le indagini continuano a tutto campo per accertare se i due soggetti fermati, siano responsabili anche di altri recenti episodi delittuosi che, per il  “modus operandi” e le fattezze fisiche degli autori segnalate dai testimoni, presentano significative analogie con la rapina di ieri.

Aggiungiti alla nostra pagina mobmagazine e riceverai aggiornamenti in tempo reale. Per aggiungerti clicca su "Mi piace" qui sotto
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here