Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Il Questore di Palermo, dott. Guido Longo, ha emesso cinque provvedimenti di Divieto di Assistere a Manifestazioni Sportive (DASPO) nei confronti di altrettanti ‘Tifosi’, (quattro palermitani e un partinicese), responsali di condotte violente e, in un caso contrarie alle norme che disciplinano gli accessi agli impianti, in occasione di manifestazioni sportive.
Tre di questi provvedimenti, che si aggiungono ai sei eseguiti lo scorso 9 settembre, sono stati emessi nei confronti di ‘pseudo tifosi’, responsabili dei violenti disordini scoppiati in occasione della prima partita del campionato di calcio 2016/17 giocata allo stadio Renzo Barbera, tra Palermo e Sassuolo.
La domenica del 21 Agosto scorso, alcuni giovani appartenenti a due gruppi della tifoseria rosa nero “Borgo Vecchio Sisma” e “Ultras Curva Nord”, durante le operazioni di accesso alla Curva Nord, avevano causato dei tafferugli che erano poi sfociati in una vera e propria rissa, mettendo seriamente a repentaglio l’ordine e la sicurezza pubblica, ovvero l’incolumità degli spettatori estranei ai fatti.
Si è giunti alla compiuta identificazione dei soggetti autori del reato, sia grazie alle videoriprese effettuate dagli operatori del Gabinetto di Polizia Scientifica, sia attraverso la visualizzazione delle immagini del sistema di video sorveglianza interno all’impianto.
Tali provvedimenti di “Daspo” hanno previsto un divieto, per la durata di DUE ANNI, di accesso ad impianti sportivi dove si disputano incontri calcistici di qualsiasi società sportiva e di qualsiasi livello agonistico, in ambito nazionale ed internazionale, nei confronti di:
• S.R. nato a Palermo, cl 87;
• L.F. nato a Palermo, cl 96;
• S.G.E. nato a Palermo, cl 99.

Nell’ambito del sopracitato incontro di calcio, è stato emesso, inoltre, un provvedimento di ‘Daspo’, con divieto, per la durata di DUE ANNI, di accesso ad impianti sportivi dove si disputano incontri calcistici di qualsiasi società sportiva e di qualsiasi livello agonistico, in ambito nazionale ed internazionale, nei confronti di:
• G.F. nato a Palermo, cl 93, resosi responsabile di avere scavalcato le ringhiere di protezione dello stadio Renzo Barbera, ed essere entrato abusivamente all’interno dell’impianto sportivo.

L’ultimo provvedimento di ‘Daspo’ con divieto, per la durata di TRE ANNI, di accesso ad impianti sportivi dove si disputano incontri calcistici di qualsiasi società sportiva e di qualsiasi livello agonistico, in ambito nazionale ed internazionale, è stato emesso nei confronti di:
• C.G. nato a Partinico, cl.65, resosi responsabile, in occasione dell’incontro di calcio Partinico Audace-Libertas 2010, valido per il campionato Regionale di Promozione Girone A 2016/2017, disputato lo scorso 11 settembre, di atti violenti nel corso del suddetto incontro, sferrando una testata al volto del direttore di gara.


Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

LASCIA UN COMMENTO