Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Con la ripresa delle attività scolastiche, in tutte le Stazioni dell’hinterland palermitano si registra un aumento del flusso di viaggiatori composto prevalentemente da studenti pendolari che ogni giorno si spostano da e verso la Stazione di Palermo Centrale. L’incremento dei viaggiatori acutizza le problematiche tipiche dell’ambiente ferroviario, in primis quello della sicurezza degli utenti delle ferrovie.
E’ per questo che la Polizia Ferroviaria di Palermo Centrale ha predisposto nei scorsi, un piano di controlli straordinari nelle Stazioni della provincia particolarmente interessate dalla movimentazione studentesca. Tra le stazioni maggiormente attenzionate c’è quella di Bagheria dove, giornalmente sono migliaia i ragazzi e gli adulti che utilizzano il treno e dove, la sicurezza degli utenti è posta spesso in pericolo a causa dell’illecita pratica di attraversare i binari per guadagnare velocemente l’uscita o per prendere il treno “al volo” all’ultimo istante.
Una pratica questa molto diffusa tra i giovanissimi che, addirittura, non solo attraversano i binari ma lo fanno spesso indossando cuffiette o auricolari che, isolandoli completamente dal mondo esterno, non consentono loro di rendersi conto dei convogli in transito.
I controlli che la Polfer ha effettuato sono stati finalizzati proprio alla prevenzione ed alla repressione di questa pericolosa “scorciatoia” che, se da un lato fa guadagnare qualche secondo, dall’altra nasconde la concreta possibilità di giocarsi la vita.
Nel corso di detti servizi, la Polizia Ferroviaria ha identificato 30 persone ed elevato 9 contravvenzioni per violazione del regolamento ferroviario. Inoltre, uno di questi controlli ha interessato un individuo che, nonostante la presenza della Polizia non ha esitato ad  attraversare i binari, circostanza che non è sfuggita agli operatori della Polfer che, dopo averlo fermato per  sanzionarlo, hanno appurato che lo stesso era ricercato perché doveva scontare una pena di 2 mesi e 20 giorni di carcere.
L’arrestato, tale CORRADO Massimiliano, palermitano di 47 anni, era
ricercato dal 14 settembre scorso ed è stato condotto presso la Casa Circondariale “Pagliarelli” dove sconterà la sua pena.
Questa volta, l’attraversamento dei binari non è costato la vita ma la libertà.
La vigilanza posta in essere dalla Polfer sulle Stazioni di competenza, al fine di garantire la sicurezza dei trasporti, si coniuga con l’impegno che da anni la Polizia Ferroviaria porta avanti nell’educare i giovani alla legalità ed alla tutela della propria e dell’altrui sicurezza nell’ambito ferroviario, grazie al progetto “train to be…cool” che, con il nuovo anno scolastico, raggiungerà migliaia di studenti siciliani.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here