Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Siamo in autunno e si avvicina la stagione fredda. Come comportarci con il nostro cane se vive in famiglia? Per mantenere il nostro quattro zampe in salute nei prossimi mesi, è meglio giocare d’anticipo e quindi intervenire quando l’inverno è alle porte.

Sarebbe buona norma assicurarsi che sia in ottima salute con una visita dal veterinario, in particolare se  il cane è un po’ avanti con l’età o se soffre di alcuni disturbi che a volte vengono sottovalutati. E’ inoltre importante stabilire se e come variare l’alimentazione.

Sbalzi di temperature
I soggetti anziani, quelli a pelo raso, ma anche i cani di piccola taglia, hanno bisogno di più attenzione. Da evitare quindi, per quanto possibile, di sottoporli ad un  brusco passaggio da  un locale riscaldato a temperature molto fredde. Questo potrebbe favorire la comparsa di tremori ed in seguito il nostro amico potrebbe essere soggetto a poderosi colpi di tosse. Durante la stagione fredda laringiti e faringiti sono frequenti, ma non bisogna esagerare: ricordate di mettere il cappottino al cane soltanto quando ci sarà un clima decisamente freddo.

Il cibo
L’alimentazione è importante per scaldarsi. Andando incontro alla stagione fredda anche loro, come noi, bruciano più calorie. In particolare, se il cane vive fuori casa, avrà bisogno di un maggior quantitativo di grassi  e materie prime di ottima qualità, facilmente assimilabili e utilizzabili da parte dell’organismo.

La ciotola
Prestare particolare attenzione alla ciotola dell’acqua se si trova all’esterno, perché con la stagione fredda potrebbe congelarsi. Usare una ciotola in plastica e metterla al riparo dalle intemperie.

La cuccia
Se la cuccia è fuori,  deve essere proporzionata alla taglia del cane, per evitare che il calore corporeo prodotto vada disperso, se troppo grande. Il cane deve avere sempre uno spazio asciutto e riparato dal vento.

Il pelo
Prestare particolare cura al manto del nostro amico. Spazzolando il cane con regolarità , si stimola la circolazione sanguigna e un adeguato rinnovo del sottopelo che consentirà una maggiore protezione anche nei mesi freddi.

In auto
Non bisogna lasciare mai un animale incustodito in auto: è pericoloso durante la stagione estiva in quanto potrebbe soffocare, ma lo è anche d’inverno. L’auto potrebbe gelare, principalmente nelle ore serali, causando il congelamento o l’ipotermia del nostro amico.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here