Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Torna a far parlare di sé Dario NICOLICCHIA, il palermitano trentenne, finito in carcere lo scorso 18 marzo per aver “persuaso” una minore ad intrattenere rapporti sessuali a pagamento con facoltosi professionisti ed imprenditori palermitani. I rapporti sessuali spesso si consumavano all’interno degli studi professionali dei clienti, in centro cittadino.
Nel pomeriggio di ieri, infatti, gli agenti della Squadra Mobile di Palermo, diretta da Rodolfo Ruperti, hanno proceduto all’esecuzione di una nuova misura di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP di Palermo Lorenzo Matassa, nei confronti del NICOLICCHIA, per il reato di prostituzione minorile e atti sessuali con minorenni nei confronti di una tredicenne e per i reati di reclutamento, induzione e sfruttamento della prostituzione nei confronti di una donna.
Le indagini, effettuate dagli investigatori della “sezione reati in danno di minori e reati sessuali” della Mobile e coordinate dal Procuratore Aggiunto Salvatore DE LUCA e dal P.M. Claudio Camilleri, hanno permesso di accertare nuovi gravi indizi di colpevolezza in ordine ad ulteriori reati in materia sessuale riconducibili all’indagato, portando ell’emissione dell’odierno provvedimento, che è stato notificato al Nicolicchia presso il “Pagliarelli”, dove lo stesso si trova recluso dal 18 marzo scorso.

Aggiungiti alla nostra pagina mobmagazine e riceverai aggiornmenti in tempo reale. Per aggiungerti  metti mi piace nella nostra pagina qui sotto
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here