Palermo, quartiere “Porta Nuova” controlli interforze, elevate sanzioni per 15mila euro denunciato un venditore ambulante.

La Polizia di Stato unitamente alle altre Forze di Polizia continua a svolgere una capillare attività di monitoraggio degli esercizi commerciali, allo scopo di contrastare il fenomeno dell’abusivismo e della frode commerciale, nonché di tutelare la salute dei cittadini.

Agenti del Commissariato di P.S. Porta Nuova – Equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine – Militari del Gruppo Pronto Impiego e del Gruppo Palermo della Guardia di Finanza – Personale della Polizia Municipale – Personale della Capitaneria di Porto, hanno controllato nei giorni scorsi una vasta porzione del territorio del quartiere Porta Nuova, dal Corso Calatafimi fino a Piazza Pietro Micca.
Sono state controllate pescherie, rivendite di ortofrutta e numerosi venditori ambulanti. Nel corso dei servizi sono state elevate sanzioni, per un totale di circa 2.600.00, ad alcuni esercizi commerciali che occupavano una porzione di suolo pubblico superiore a quella autorizzata.
Ad un venditore ambulante di pesce sono stati sequestrati Kg. 23 di pescato vario (orate, totani, calamari e gamberi), privo della prevista tranciabilità e comminata una sanzione di 1500,00 euro.
Inoltre è stato denunciato, penalmente, un venditore ambulante in quanto esponeva per la vendita kg.255 di olive e pomodorini secchi, in cattive condizioni igieniche; i prodotti sono stati sequestrati e distrutti.
Si è provveduto inoltre al sequestro di Kg. 437 di frutta ad alcuni venditori ambulanti, successivamente donati ad associazioni “No Profit”.
Nel corso dei controlli sono state identificate 52 persone, controllate 27 autovetture ed elevate contravvenzioni al C.D.S. per un totale di circa 2.856.000 euro.

LASCIA UN COMMENTO