Potrei…

0
Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mi hanno detto di scrivere un articolo ma sinceramente non so su cosa, sempre che ne sia capace. Certo gli argomenti non mancherebbero, basta andare dall’altra parte dell’Europa e di carne al fuoco ce né abbastanza, ma non mi va di parlare di guerre centenarie e di falsi idoli del cazzo.

Potrei riflettere sull’ennesima boiata di Renzi sulla soppressione di Equitalia facendla transitare presso l’Agenzia delle Entrate e quindi far  impoverire ancora di più il popolo e ingozzare il malaffare.

Potrei dire di Mattarella… sono stato orgoglioso di avere un presidente della repubblica palermitano, ma passa il suo tempo a farsi  tagliare i capelli dal solito barbiere.

Potrei parlare di calcio, non sono un grande appassionato. C’è stato un tempo che seguivo il Palermo nelle sue scorribande in serie A e ogni tanto vinceva. Adesso butto la solita occhiata alla prima pagina del Corriere dello Sport ma solo perché lo trovo al bar e non so se il Palermo gioca ancora in serie A.

Potrei dire degli scontri tra studenti e polizia in occasione della visita del nostro Premier a Palermo, ma rischierei di essere troppo di parte e quindi non intellettualmente sincero.

Potrei, come fanno tutti, parlare del prossimo referendum costituzionale che sembra vinca il no o il si avremmo una sorta di “Armageddon” socio politico. Io sinceramente ancora non ho capito cosa sia meglio, scusate ma sono ignorante, ma di una cosa sono sicuro: non mi sento parte del gregge. Qualcuno una volta disse: “gregarismo massificante”. (mi piace).

Potrei parlare del fenomeno dell’immigrazione, la ricerca del benessere, del lavoro, l’asilo politico…l’eldorado che non esiste più. Troppo complesso e comunque sarei sempre poco oggettivo.

Potrei parlare di musica, argomento troppo vasto e ma nel panorama odierno, non vedo musica con la M. Io purtroppo ascolto solo buona musica e molti non capirebbero; sarei troppo soggettivo.

Potrei parlare del mio lavoro… meglio lasciar stare, sarebbe un viaggio verso un pozzo senza fondo.

Non mi rimane che andare in Norvegia per avere l’ispirazione giusta.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here