Caporalato: Condorelli (Ugl), finalmente gli strumenti di legge

“Finalmente  per chi è giudicato colpevole del reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, cioè di caporalato,  una buona  risposta è quella che giunge con la nuova legge approvata recentemente alla Camera grazie anche all’impegno del sindacato in generale  e dell’Ugl in particolare,  che ha visto in prima linea il forte interessamento dell’On. Renata Polverini, Vice Presidente  Commissione Lavoro Pubblico e Privato Camera  dei Deputati,  nel perorare questa giusta e sacrosanta causa”.
A dichiararlo è Giovanni Condorelli, Segretario Confederale con delega al lavoro nero e sommerso.
“Il mio pensiero va al Sud e alla  Sicilia in particolare, –  aggiunge Condorelli  – dove l’’Ugl ha  avviato oramai da tempo una campagna nazionale a sostegno dei lavoratori costretti a operare in condizioni disumane sul lavoro nelle campagne, e dove finalmente con i dovuti controlli preventivi, grazie a  pene più severe e sanzionabili, anche con la confisca dei beni, non solo  per gli intermediari illegali ma anche per  i datori di lavoro consapevoli dellorigine dello sfruttamento, si riuscirà nell’intento di eliminare una piaga da combattere assolutamente con tutte le forze,  per un paese civile”.

LASCIA UN COMMENTO