Cefalù, controlli interforze per il contrasto alla diffusione di alcool e sostanze stupefacenti e alle violazioni al codice della Strada

Quella appena trascorsa è stata una settimana di intensa attività per i poliziotti del Commissariato di Cefalù, impegnati in un’azione di energico contrasto alla diffusione di alcool e sostanze stupefacenti tra i giovani ed al loro consumo direttamente nei pressi dei plessi scolastici, alla violazioni del codice della strada, all’uso distorto e disinvolto di “pass invalidi” ed alla guida in stato di ebbrezza.

Le attività di controllo che si sono avvalse, tra l’altro, di unità cinofile e di personale automontato del Reparto Prevenzione Crimine di Palermo, nonché di alcune unità della locale Tenenza della Guardia di Finanza, hanno interessato un Istituto Scolastico della cittadina normanna e le zone limitrofe la Stazione Ferroviaria, portando all’identificazione di alcuni giovani consumatori di sostanze stupefacenti del tipo Hashish, dei quali sono stati perquisiti i relativi domicili.

Unitamente ai rituali sequestri e “fermi” amministrativi di ciclomotori condotti senza casco protettivo, è da rilevare come siano stati controllati 50 mezzi, identificate un’ottantina di persone, per un ammontare complessivo di quasi 2000,00 euro di sanzioni pecuniarie comminate per violazione del codice della strada.

Alcuni accertamenti sono stati poi effettuati nei confronti di titolari di “PASS INVALIDI” di cui sovente è stata riscontrata l’esibizione sul parabrezza di fotocopia del pass originale.
Nella cittadina normanna è spesso frequente la sosta di veicoli non autorizzati negli stalli riservati a portatori di handicap, cosicché sono stati contravvenzionati alcuni automobilisti che usano parcheggiare la loro autovettura nei predetti stalli senza essere in possesso del titolo.

I controlli stradali avrebbero registrato una diffusione “a macchia d’olio” delle biciclette elettriche a “pedalata assistita” , alcune delle quali però non a norma poiché dotate di un “acceleratore” che permetterebbe loro di circolare senza pedalare. Tale modifica “trasformerebbe” la bicicletta in ciclomotore necessitando per ciò stesso della targa, dell’assicurazione e quindi, dell’obbligo di casco e patente di guida.

Infine, i controlli serrati di questi giorni hanno portato al deferimento all’Autorità Giudiziaria di Termini Imerese di due soggetti che, rispettivamente alla guida di un’autovettura e di un motociclo, sono stati fermati in stato di alterazione psico-fisica a seguito di robusta assunzione di sostanze alcooliche. Fenomeno questo sempre più allarmante se si tiene anche solo conto del fatto che lo stato di ebbrezza di taluni conducenti di autoveicoli e motoveicoli, talvolta, si riscontra anche nelle ore diurne.

Giova evidenziare che in quest’ultima circostanza uno dei conducenti stava riparando presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di Cefalù a seguito di lesioni subite in quanto coinvolto in incidente stradale.

LASCIA UN COMMENTO