Arrestato il rapinatore autore della violenta rapina in pieno centro, ai danni di un turista spagnolo

Nel pomeriggio di ieri, agenti della Squadra Mobile di Palermo,  hanno tratto in arresto, in flagranza, il 25enne pluri-pregiudicato palermitano, LO GELFO NUNZIO, responsabile di una violenta rapina perpetrata in pregiudizio di un turista spagnolo, che, in compagnia della moglie, passeggiava per le vie del centro.

I due turisti, ultrasettantenni, erano da poco sbarcati da una nave da crociera e, tenendosi amabilmente per mano, percorrevano la centrale via Roma, pregustando un’affascinante visita della citta e delle sue tante bellezze artistiche. Ma la loro serenità, di lì a poco, sarebbe stata violentemente turbata da un balordo che incrociava il loro cammino.
Il malvivente, giunto a piedi in direzione opposta, si scagliava improvvisamente contro il malcapitato turista, strappandogli la collana in oro con pendente che portava al collo; subito dopo fuggiva.

Un uomo, poco distante, che aveva assistito al reato insieme ad una donna, cercando di impedirne la fuga, si anteponeva al malvivente, ma questi, lo strattonava, per poi proseguire la sua precipitosa fuga. In tali concitate fasi la giovane donna rovinava al suolo.
Una pattuglia di “Falchi” della Sezione Contrasto al Crimine Diffuso, diretta da Carla MARINO, ricevuta via radio la segnalazione della rapina, si poneva immediatamente alla ricerca dal malvivente, battendo palmo a palmo la via Roma a bordo della moto di servizio; nei pressi della Stazione Centrale, i poliziotti individuavano un soggetto il cui aspetto corrispondeva a quello del rapinatore descritto dalla Centrale Operativa; accortosi della loro presenza, questi, tentava un’improbabile fuga a piedi, ma, dopo un breve inseguimento, gli agenti riuscivano a bloccarlo, recuperando la preziosa collana sottratta alla vittima della rapina; successivamente raggiungevano i due malcapitati turisti, li tranquillizzavano e, prestate loro le cure del caso, li accompagnavano presso gli Uffici della Squadra Mobile per le incombenze di rito e la restituzione del maltolto.

I due anziani turisti, seppur visibilmente scossi per la spiacevole e inaspettata avventura vissuta, hanno espresso vivo apprezzamento per l’efficienza degli agenti di polizia e per la celerità con cui hanno risolto il “caso”, assicurando alla giustizia colui che aveva turbato il loro breve soggiorno nel capoluogo siciliano. Altrettanta gratitudine hanno espresso nei confronti dei poliziotti per averli assistiti costantemente, accompagnandoli, anche, al porto in tempo utile per riprendere la loro nave, che sarebbe salpata alle 16.00.

LO GELFO, già noto alle forze dell’ordine per analoghi reati ai danni di turisti e precedenti arresti, al termine degli accertamenti di rito è stato condotto presso le Camere di Sicurezza della Questura, in attesa di “Direttissima”.

LASCIA UN COMMENTO