Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

È stata la Polisportiva “Mimmo Ferrito” a conquistare il podio nella “Christmas Cup”, manifestazione che ha visto le 18 società in gara occupare pacificamente e allegramente la piscina della Polisportiva Palermo per dare vita a un fine settimana di grande sport.

Pochissime le defezioni, naturali come solitamente può accadere nelle grandi kermesse sportive. Sono stati, infatti, 590 gli atleti in gara, contro i previsti 616, tra  esordienti A e B, ragazzi e assoluti, scesi in vasca per portare alti i colori di realtà come: Cus Palermo, Nuoto Milazzo, Waterpolo Palermo, Nadir, Swin Power Bagheria, Aquarius Trapani, Tennis Club Match Ball Siracusa, Cley Squirt Bronte, Ulysse Messina, CS Nuoto Gravina, Mimmo Ferrito, Power Team Messina, Sicilia nuoto, Ondablu Ragusa, Cus Unime, Altair Nuoto, Città dello Sport e La Fenice.

Seguita dalla Nadir e, al terzo posto, dal Cus Palermo, quindi, la Mimmo Ferrito esce da questa manifestazione vantando per esempio il record junior di categoria nei 4X50 misti femminile delle sue ragazze, con un 4.27,36 conquistato da Giada Marchese, Alessandra Pace, Ileana Manetta e Martina Cartabellotta.

La premiazione della Mimmo Ferrito

«Abbiamo avuto un record regionale che è stato quello di Alessandro Mastrangelo, classe 2001, dell’Altair Club di Catania, con un risultato importante nei 100 dorso. Nei 200 dorso – spiega Maurizio Lombardo, istruttore della “Mimmo Ferrito” – buon tempo di Mario Bossone con 2.07, che ha registrato il tempo per i campionati italiani. Di spessore il 51,25 di Roberto Barcellona nei 100 stile, mentre lo stesso nei 200 misti va a casa con il tempo di 2.07, a due decimi dagli italiani come tempo di ammissione. Andate bene anche tutte le nostre ragazze nei 100 stile, con l’1 netto di Giada Marchese. In luce si sono messi anche due nostri piccoli come Giorgio Sportaro e Giuseppe Scalici, quest’ultimo al primo anno tra gli esordienti B, che hanno riportato risultati di assoluto valore».

Distintesi anche Chiara Calò e Asia Filippi nei 100 farfalla, registrando il record di categoria. Vanno citati pure alcuni piccoli, tra cui Andrea Caddemi, Giuseppe Gioia e Salvatore Pepati, tutti della Polisportiva “Mimmo Ferrito”, esordienti che già lasciano ben sperare. Caddemi, per esempio, è del primo anno, il più piccolo di tutti in questa staffetta, e ha riportato un tempo di assoluto valore qual è il suo 29,72. Senza dimenticare la piccola Ilaria Trippodo, distintasi in modo netto.

«Siamo veramente soddisfatti dei risultati ottenuti – afferma Corrado Ferrito, presidente della Polisportiva Palermo – anche perché, a parte i tanti record e piazzamenti personali, oltre il primo posto non potevamo andare. Non ci aspettavamo tanta partecipazione, a ridosso di Natale, con altre gare precedenti e numerose altre che ci attendono a breve. I ragazzi sono, infatti, arrivati “in carico”, cioè stanchi di allenamenti che li porteranno a gareggiare già agli inizi del nuovo anno, ma la voglia di dare il meglio ha vinto come sempre su tutto. È stato un weekend che ci ha visti impegnati in più fronti: il venerdì con la festa di Natale della scuola nuoto e il nostro campione Andrea Facciolà a Riccione con Paolo Catania per gli Assoluti invernali; il sabato e la domenica con la “Christmas Cup”, aperta nella prima giornata ai Ragazzi e Assoluti mentre la seconda occupata dalla chiusura delle gare degli esordienti A e B. Il nostro gruppo MASTER ha, poi, conquistato un terzo posto alla “Sprint Team Master Cup”, che si è tenuta a Caltanissetta. È, comunque, il risultato di un grande team, del quale fanno parte e vanno citati anche i cronometristi di Palermo che hanno svolto egregiamente il loro compito. Non ultimo, un grazie va al nostro Vincenzo Raia, presidente della “Mimmo Ferrito” e allenatore dei nostri atleti.  Cosa volere di più? ».

Grande anzi super, dunque, il lavoro portato avanti da tutti, senza distinzione tra nessuno, dagli allenatori ai tecnici allo staff organizzativo e agli istruttori, tutti sempre molto attenti a ogni più piccola esigenza.

«Abbiamo vinto non solo per i numeri perché avevamo come iscritti 120 atleti – aggiunge Lombardo -, ma anche e soprattutto per  la nostra qualità. Del resto, una manifestazione alla sua seconda edizione, ancora priva di una sua storia, non può chiamare a raccolta così tante società, se non offre qualcosa in più. La Polisportiva Palermo mette solitamente a disposizione il suo impianto, ma anche tutto quello che serve alle società per gareggiare al meglio. Non è così scontato».

«Cosa dire di più, se non che la manifestazione è partita e si è conclusa benissimo – dice in conclusione Salvatore Modica, direttore amministrativo delle Polisportive Palermo e Mimmo Ferrito –. I numeri sono stati importanti, ma li abbiamo gestiti molto bene. L’entusiasmo di tutti ci ha ripagato ancora una volta. Vedere, infatti, i ragazzi andare via con medaglie, magliette e riconoscimenti alla loro fatica, ci ha riempito il cuore».

Insomma, il Natale non è ancora arrivato ma per le Polisportive Palermo e Mimmo Ferrito, come per i tanti atleti anche ancora una volta hanno percorso ad ampie bracciate la piscina di via Belgio, eventi di questo genere con i loro risultati felici sono come i regali scartati sotto l’albero. La maniera migliore per augurarsi buone feste e darsi appuntamento al nuovo anno con la voglia di fare e dare ancora di più a questo sport che, se fatto con amore e dedizione, riesce a offrire tanto non solo agli atleti, ma anche a quanti lavorano per far si che, chi ha deciso di dedicarsi al nuoto lo possa fare serenamente, peraltro seguito con passione e competenza.