Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

Dovevano essere in tutto 38 i contrattisti ex L.s.u., che da diversi anni prestano la loro attività presso gli uffici amministrativi dell’A.O.O.R. Villa Sofia-Cervello – a essere stabilizzati con contratto a tempo indeterminato, ma sono stati solo 15.

Un’operazione che lascia l’amaro in bocca considerato che quelli utilmente collocati in graduatoria (dopo una selezione interna con prova di idoneità superata) avevano  già firmato, lo scorso 13 dicembre, il contratto che improvvisamente è stato “congelato” dal direttore Generale, l’ing. Gervasio  Venuti senza una valida motivazione.

“Una decisione improvvisa e realmente immotivata – affermano i 23 lavoratori – per i quali si palesa l’ingiusta eventualità di una nuova selezione interna (con spreco di ulteriori risorse economiche aziendali) per concorrere sempre per lo stesso numero di posti vacanti in organico e per la medesima categoria professionale”.

Il provvedimento adottato dall’Azienda Ospedaliera il 7 dicembre scorso, aveva definito un iter amministrativo chiaro e trasparente, avallato dall’assessorato regionale per la Salute, ma improvvisamente tutto si è arrestato. I lavoratori chiedono da giorni alla direzione aziendale l’immediata convocazione per il perfezionamento del contratto e sono determinati a procedere, con ogni strumento legale, affinché si faccia chiarezza in questa assurda vicenda.


Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here