Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

“Siamo tutti Gianmario Collesano e Fabio Tripodi per tanti motivi!

Due poliziotti al servizio della comunità che con la loro attività hanno assicurato alla giustizia 67 criminali dediti al traffico internazionale di droga”.

A dichiararlo è il Segretario Generale Provinciale di Palermo del sindacato LeS Polizia di Stato aderente all’Ugl,  Pasquale Guaglianone,  che aggiunge,  “una vera ‘holding’ del malaffare, sapientemente smascherata con l’operazione che prese la denominazione di ‘Golden Eggs’”.

“Gianmario Collesano e Fabio Tripodi, negli anni 2006 – 2007,  – spiega Guaglianone – dopo aver proceduto a numerosi arresti di ‘pusher’ che spacciavano piccoli tagli di sostanze stupefacenti ed aver eseguito altri numerosi arresti di personaggi dediti alla micro criminalità, hanno seguito una complessa attività investigativa che durò circa 3 anni e che si concluse con 67 emissioni di custodie cautelari.

Tutto questo a cosa è servito?? A mettere in cella dei criminali sicuramente, ma dall’altro lato, la beffa, cioè lo straordinario necessario e concordato con la dirigenza del Commissariato di P.S. Libertà, con tanto di ordine del superiore, non sono stati pagati e dopo ben 8 anni, dopo una causa infinita estenuante, si sono sentiti dire che non gli spetta il pagamento del proprio lavoro ma devono fruire di oltre 6 mesi di ferie forzate!”

“Il Ministero dell’Interno  – stigmatizza il sindacalista – decide di non pagare lo straordinario effettuato legalmente dai poliziotti ed il giudice decide ferie per tutti ed il problema si ritiene risolto.

A Gianmario Collesano e Fabio Tripodi non resta, oltre che pagare il proprio avvocato per la soccombenza, un’assurdità!!!), che farsi quasi un anno a casa (tra ferie forzate come da sentenza, più le proprie ferie che spettano ogni anno ad ogni poliziotto, più tutte le festività e le domeniche, più altri imprevisti”.

“Tutto questo perché lo Stato  – approfondisce – non ha pagato le ore di straordinario dei due poliziotti per il servizio reso allo stesso Stato .

Il collega Gianmario Collesano ha effettuato straordinario per 8.013,26 euro mentre il collega Fabio Tripodi per 5.539,10.

Lo Stato preferisce avere due poliziotti esemplari e due ottimi investigatori a casa per oltre 6 mesi, piuttosto che corrispondergli i soldi che gli spettano di 2 anni di duro lavoro (giorno e notte)”.

A questo punto, – conclude – oltre a non condividere l’atteggiamento del Ministero dell’Interno mentre la sentenza è giusta e va rispettata, la nostra proposta è semplice e permetterebbe a Gianmario Collesano e a Fabio Tripodi di poter continuare ad arrestare i criminali, senza starsene a spasso per i prossimi mesi a non far niente. La proposta è quella di chiedere ad ognuno dei Deputati e  Senatori  italiani di corrispondere €20,00 ciascuno che servono ad entrambi i poliziotti per restare in servizio e scongiurare di farli andare in ferie.

Con €20,00 euro ciascuno, devoluti per una sola volta, l’Italia e Palermo guadagneranno due poliziotti in più e gli eviteranno oltre 6 mesi di inutili ferie.

Auspichiamo che  tutti i leader dei partiti politici si facciano carico di questa situazione”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here