Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

La Polizia di Stato ha denunciato due malviventi palermitani, un 43enne senza fissa dimora per il reato di furto con destrezza ed un 25enne dell’”Albergheria”, per favoreggiamento reale.
Protagonista della vicenda andata in scena, il pomeriggio della vigilia di Natale, è un crocerista viareggino approdato per alcune ore al Porto di Palermo insieme alla moglie ed al piccolo figlio.
L’uomo ed il suo nucleo familiare hanno deciso di trascorrere il tempo a disposizione per visitare il centro storico palermitano; durante la puntata fatta in un negozio di via Ruggero Settimo, fatali sono stati alcuni attimi di distrazione durante i quali l’uomo ha perso di vista lo zainetto tenuto attaccato al passeggino.
Resosi conto dell’ammanco ma non avendo idea di chi avesse sottratto lo zainetto contenente effetti personali ed un ipad, la vittima ha chiesto aiuto ad una pattuglia di poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, incrociata su strada, a breve distanza dall’accaduto.
Quasi contestulamente, la vittima ha azionato un dispositivo di ricerca dell’Ipad, una sorta di GPS che ha localizzato lo strumento sottratto in via Trappetazzo, a due passi dall’ “Albergheria”.
Una pattuglia dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico ha raggiunto la via segnalata e lì ha trovato due giovani armeggiare con un IPad, colti da profondo imbarazzo alla vista della Volante.
I due, dopo avere argomentato banali pretesti, hanno ammesso le loro responsabilità: il 43enne ha raccontato di avere sottratto l’IPAD all’interno del negozio, il secondo ha raccontato di avere ricevuto una richiesta di “collaborazione” da parte dell’amico per “sbloccare” lo strumento.
Addosso ai due è stato ritrovato anche l’intero contenuto dello zainetto che è stato restituito al crocerista.
I due palermitani sono stati denunciati, a piede libero.


Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here