Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

La Polizia di Stato, ha eseguito un’Ordinanza di Custodia Cautelare, emessa dal GIP del Tribunale di Palermo, nei confronti di Giuseppe Oneto 18enne palermitano autore di due rapine in banca.
Gli agenti della Squadra Mobile di Palermo diretta da Rodolfo Ruperti, questa mattina hanno rintracciato il giovane che si era reso autore di due rapine avvenute lo scorso marzo ai danni di altrettanti istituti di credito che avevano fruttato un bottino di circa 2.000,00 € ed in esecuzione di un’ordinanza del GIP del Tribunale di Palermo lo hanno sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.
In entrambi gli episodi criminosi, il ragazzo si era introdotto, sprezzante, malgrado la giovane età, all’interno degli istituti di credito e con mossa fulminea aveva scavalcato il bancone e minacciato gli impiegati facendosi consegnare il bottino.
Sul primo episodio, avvenuto alla Monte Paschi di Siena di via Libertà, era intervenuta la Polizia di Stato che dopo aver ascoltato i presenti ed acquisito le immagini di video sorveglianza si era messa sulle tracce del malfattore; il giorno successivo, con lo stesso modus opernadi, il giovane ha messo a segno un altro colpo, questa volta ai danni della Banca Unipol di via Emerico Amari, in ordine al quale le indagini sono state avviate e condotte dai Carabinieri che hanno raccolto ulteriori elementi indiziari a carico dell’Oneto.
Le complesse indagini corroborate dalla profonda conoscenza del territorio e dalla visione delle immagini di video sorveglianza degli istituti di credito e degli altri esercizi commerciali della zona, nonché le acquisizioni tecnico scientifiche repertate dagli agenti della Polizia Scientifica hanno permesso agli investigatori della Sezione Antirapina della Squadra Mobile di dare un volto al giovanissimo rapinatore, conducendo all’emanazione dell’ordinanza restrittiva odierna da parte dell’Autorità Giudiziaria.


Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

LASCIA UN COMMENTO