Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

“Siamo soddisfatti per la sentenza emanata dal Tribunale di Enna, Sezione Lavoro, con la quale il Giudice del Lavoro riconosce la mansione superiore con inquadramento al quarto livello riconducibile alla figura del Capo Squadra per un gruppo di lavoratori forestali dell’antincendio boschivo impegnati nel corso degli anni precedenti come preposti alla sicurezza, dopo aver seguito apposito corso di formazione professionale avviato dalla parte datoriale”.

Così Franco Arena, Segretario regionale dell’Ugl Sindacato Agricoli, Forestali e Pesca commentando la storica sentenza, la n.6 del 10 gennaio 2017, emessa dalla Sezione Lavoro del Tribunale di Enna in riferimento alla causa di lavoro iscritta al n.789/15.

“Una battaglia legale  –  continua il sindacalista – condotta nel silenzio ed in un clima ostile perché nessuno nel mondo sindacale credeva alle nostre ragioni, alle ragioni dell’Ugl ed al sacrosanto diritto del lavoratore alla mansione ed alla proporzionalità tra la retribuzione e la quantità e qualità del lavoro svolto come sancito dall’articolo 36 della Costituzione Italiana.

“Battaglia legale alla quale abbiamo creduto da subito e che abbiamo affidato all’avv.to Carmelo Sebeto affinché venissero riconosciuti ad un gruppo di operai della circoscrizione di Enna, i diritti alla mansione superiore ed alle differenze retributive e siamo soddisfatti perché il Giudice del Lavoro del Tribunale di Enna, con la prima sentenza emessa in data 10.01.2017, ha dato ragione ai lavoratori, riconoscendo in pieno sia il diritto alla differenza retributiva e contributiva e sia, sopratutto, la mansione e la qualifica superiore di 4° livello riconducibili alla mansione di Capo Squadra”.

“Esprimo vivo compiacimento per lo straordinario risultato ottenuto dal sindacato Agricoli e Forestali della Sicilia e che conferma l’impegno costante a favore delle ragioni dei lavoratori forestali della Sicilia. Un sindacato, l’UGL, che si trova da sempre in prima linea per il riconoscimento dei diritti dei lavoratori forestali e che ha il merito di aver creduto, grazie all’azione di Franco Arena – nonostante l’assenza di precedenti giurisprudenziali in merito, in una battaglia impegnativa che ha avuto il conforto dalla giustizia attraverso il riconoscimento delle ragioni dei lavoratori”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here