Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ieri mattina, a tempo di record, agenti della sezione volanti della Polizia di Stato ha recuperato la refurtiva proveniente da un raid notturno effettuato in un negozio di antiquariato in zona “Porta Nuova” e denunciato tre individui per ricettazione, due uomini ed una donna, tutti residenti in zona “Zisa”.

L’esercizio, noto anche per la vendita di bomboniere ed articoli da regalo, è stato depredato di numerose statue, bassorilievi, capezzali, poltroncine e portariviste, tutte stlizzate e del valore complessivo superiore ai ventimila euro.

Appresa la notizia dell’avvenuto furto, i poliziotti, ritenendo che la merce non potesse avere, ancora, percorso molti chilometri, hanno allargato il raggio delle loro ricerche, prestando particolare attenzione ai movimenti sospetti registrati alla Zisa, quartiere che, anche morfologicamente, si presta ad ospitare refurtive in giacenza.

L’intuizione è risultata fondata quando, intorno alle 07.30, in via Guglielmo il Buono, all’intersezione con la via Salomone, il passaggio di una volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico ha mandato all’aria il piano di tre individui, due uomini ed una donna che stavano effettuando il trasbordo della refurtiva dagli abitacoli di due vetture agli ambienti interni di un edificio del centro storico.

Il tentativo di fuga dei tre, avvenuto all’interno dello stesso edificio, è stato facilmente neutralizzato dagli agenti.

Le due vetture, utilizzate per trasportare la refurtiva, sono risultate rubate e forzate nelle portiere e nel cilindretto di accensione.

L’intera refurtiva è stata riconsegnata al titolare dell’esercizio depredato, mentre sono in corso le ricerche del proprietario dei due televisori, presumibilmente rubati e trovati nelle vetture usate dai complici.

I due uomini e la donna sono stati denunciati per il reato di ricettazione.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here