Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 

La Polizia di Stato, segnatamente personale del Commissariato di P.S. “Bagheria”, è intervenuta, ieri mattina, in via Piano Sperone, territorio del comune di Altavilla Milicia, per riscontrare la segnalazione poco prima giunta al “113”, dell’effettuazione di una corsa clandestina di cavalli.
Gli agenti hanno incrociato un furgone adibito al trasporto di cavalli ed hanno ritenuto opportuno di effettuare un controllo all’equino ospitato nel cassone del mezzo.
Dopo la rituale identificazione delle due persone presenti nell’abitacolo, autista e passeggero, gli agenti, insieme ai veterinari dell’ASP fatti giungere sul luogo, hanno proceduto al controllo dell’equino.
E’ emerso come l’animale non presentasse apparenti lesioni ma sembrasse sudato ed in stato di agitazione, circostanze compatibili con uno recente sforzo fisico e quindi con l’ipotizzata corsa clandestina.
L’ipotesi è stata verbalmente smentita dai due uomini a bordo del mezzo, entrambi palermitani con precedenti penali che, della loro presenza ad Altavilla Milicia, hanno però fornito una versione poco credibile e lacunosa.
La presenza, sul cassone, oltre che del cavallo anche di due ciclomotori uno dei quali risulta intestato a palermitano con precedenti per maltrattamento di animali, ha avvalorato la tesi che i due poco prima fossero in compagnia di altri soggetti e che si fosse dato vita ad una corsa clandestina di cavalli.
I poliziotti hanno sequestrato l’animale, hanno fatto prelevare un campione di sangue dall’equino, allo scopo di verificare l’eventuale presenza di sostanze dopanti ed hanno denunciato l’autista del mezzo.
Indagini sono in corso, anche sulla base della ricognizione effettuata dai poliziotti lungo il percorso dell’ipotizzata gara clandestina.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here