Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’universo femminile, quello a cui appartenevano tutte quelle donne che, durante il periodo dell’Inquisizione, venivano condannate a morte anche solo per la loro innata bellezza ed estrosità.  È la Palermo di cui narra FIMMINA, lo spettacolo in scena il 9 e 10 febbraio al Teatro Lelio, del quale si parlerà dalle 17 alle 19 di oggi, lunedì 6 febbraio, a “In punta di piedi”, il programma condotto dalla giornalista Gilda Sciortino a RADIO OFF.

In studio ci sarà il regista e sceneggiatore Luigi Iemma che ha scelto di raccontare la storia di una di queste donne, accusata di stregoneria. Si tratta di una strega senza nome, abile nella creazioni di magici infusi, come “l’acqua dell’amore”, che lui ha ribattezzato, appunto, “Fimmina”: “femmina”, come tutte quelle femmine che sono state torturate e uccise in quella sanguinosa epoca.

È, infatti, proprio, attraverso lo strumento della storia e di una spettacolare performance coreografica, che viene affrontato il tema, purtroppo ancora molto attuale – del femminicidio.
In studio, ci sarà anche l’avvocato Maria Vittoria Cerami, di “Amnesty International gruppo 233”, madrina dell’evento.

Seguiteci in diretta collegandovi al sito www.radiooff.info. Per interagire con gli ospiti in studio, invece, si può chiamare al tel. 091. 9778665.

 

Palermo, 6 Febbraio 2017