Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Polizia di Stato, ieri pomeriggio, ha tratto in arresto Pizzo Lorenzo, 42enne pregiudicato palermitano di Bonagia, responsabile del reato di rapina aggravata, in concorso.
E’ stato un vero e proprio raid quello condotto da Pizzo ed altri due complici, al momento ignoti, nei confronti del titolare di un’agenzia assicurativa sorpreso all’interno del suo esercizio quando era da solo ed impegnato in una conversazione telefonica con un cliente.
Proprio quella chiamata è stata provvidenziale perché ha consentito all’interlocutore della vittima di vivere in presa diretta le drammatiche fasi della rapina e quindi di dare l’allarme alla Polizia di Stato.
Pizzo, in realtà, aveva svolto il compito di “apripista” per il commando: era giunto in anticipo rispetto ai due complici ed aveva chiesto al titolare di effettuare un preventivo; la vittima, appurato come il richiedente non avesse al seguito un documento d’identità, lo aveva accompagnato sull’uscio invitandolo a ritornare in seguito; è stato quello il momento propizio all’irruzione dei complici che hanno dato vita ad un vero e proprio pestaggio della vittima, trascinato in stanza, percosso con calci e pugni e minacciato con il calcio di una pistola.
Nonostante le implorazioni di clemenza della vittima, l’impiegato è stato privato del portafogli contenente alcune centinaia di euro e rinchiuso in uno stanzino.
Sicuri di avere raggiunto lo scopo e con la presunzione di chi pensa di poterla fare sempre franca, i tre hanno indugiato nei locali dell’agenzia. Sono stati minuti fatali per Pizzo che si è ulteriormente attardato rispetto ai complici ed è stato bloccato dai poliziotti nel frattempo sopraggiunti.
Gli agenti hanno liberato la vittima e tratto in arresto Pizzo.
Indagini sono in corso per risalire ai complici.