Condividi, fallo sapere ai tuoi amici ! 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

«Non fermarsi davanti a nessun tipo di intimidazione, certi che non si è soli». Lo afferma Gregorio Porcaro, coordinatore regionale di Libera Sicilia, intervenendo sull’ennesimo incendio doloso, appiccato nei giorni scorsi  a quattro articolati parcheggiati all’interno dell’area del “Consorzio Caair”, in prossimità del mercato del mercato ortofrutticolo di Vittoria, il più grande per volume d’affari del Meridione.

«La vicinanza a quanti stanno vivendo questo momento  – aggiunge Porcaro – è la dimostrazione che, nel momento in cui le mafie colpiscono operatori onesti portatori di risorse positive per il nostro territorio, la società civile, il terzo settore, il mondo del volontariato, i sindacati, le istituzioni giungono rapidi e decisi a farsi sentire. Non è, infatti, più come nel passato, quando ci si ritrovava da soli a combattere contro la criminalità organizzata. Attaccare le aziende che sono la linfa vitale di una realtà come il mercato ortofrutticolo di Vittoria, significa colpire la parte sana del Paese, quella che valorizza quanto di più buono e sano produca la nostra terra. C’è aria di cambiamento e in tanti se ne sono accorti».